Cellule epatiche ottenute dalla …

Un gruppo di ricercatori …

La nuova legge sulla terapia del…

Istituzioni e medici spec…

Al via l’iniziativa “Intollerant…

ALL IN - Associazione A…

Ictus: quella passeggiata quotid…

Camminare puo' ridurre il…

AIDS: farmaco usato contro la ma…

Non e' tossico, e' sempli…

“Young Against Pain”: 30, giovan…

Roma, 27 Marzo 2014 – Rap…

Alzheimer: tre nuovi biomarker p…

Per la malattia di Alzhei…

Epatologia: più fibre e meno zuc…

Una ricerca dell'European…

L’importanza di diagnosi e tratt…

Focus su alcune patologie…

Lo strano legame tra virus dell'…

Ricercatori in Italia han…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Emicrania: scatoletta a impulsi magnetici sortisce ottimi risultati

Un apparecchio che emana un impulso magnetico sul retro della testa potrebbe essere una valida alternativa ai farmaci in caso di emicrania. Lo affermano i risultati di un trial dell’Albert Einstein College of Medicine di New York, secondo cui un dispositivo portatile e utilizzabile a casa ha fatto cessare il dolore nel 40 per cento dei pazienti.

Il dispositivo emette una stimolazione transcranica magnetica di un singolo impulso, che secondo i ricercatori interrompe i fenomeni elettrici che causano i sintomi preliminari dell’emicrania. A duecento pazienti e’ stato chiesto di usare lo strumento per tre mesi, ma a meta’ di questi e’ stato somministrato un trattamento placebo. Il risultato, che sara’ pubblicato su Lancet Neurology, e’ stato che nel 40 per cento dei soggetti l’impulso magnetico era molto piu’ efficace del placebo, eliminando il dolore per due, 24 e 48 ore.
AGI - Salute

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi