Luna piena: e il sonno va in til…

Arriva dalla Svizzera…

Tumori: l'OK della UE per la for…

La Commissione europea a…

Fibrosi cistica: scoperto un mar…

L'indice di clearance po…

Vivere di più simulando una diet…

Una molecola di sintesi s…

Teva Italia a fianco dello sport…

Al via la campagna social…

Inaspettata efficacia di un anti…

L'antidepressivo, noto c…

Telefonino: per maggiori precauz…

Meglio prevenire. Sembra …

Insonnia negli anziani: ingialli…

È tipico di chi è un po' …

Cellule staminali: contro la Scl…

Una nuova ricerca dimostr…

Nuova fibra: cura le ferite, ril…

L'invenzione che potrebbe…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Virtu’ anti-obesita’ delle proteine del merluzzo

Merluzzo non solo ingrediente privilegiato di un’alimentazione sana ed equilibrata ma anche acerrimo nemico dell’obesita’. Lo rivela uno studio islandese della ‘Landspitali University Hospital & Faculty of Food Science and Nutrition’ e dell”University of Iceland’. “Il merluzzo e i suoi derivati, come lo stoccafisso, sono particolarmente magri e secondo alcuni recenti studi contribuirebbero alla perdita di peso durante le diete a basso contenuto calorico”, ha spiegato Andrea Poli del Nutrition Foundation of Italy. Nella ricerca 126 persone in sovrappeso o francamente obese tra i 20 e i 40 anni d’eta sono state suddivise in tre gruppi, che hanno consumato per 8 settimane una dieta a ridotto contenuto calorico (-30% rispetto al fabbisogno teorico) che comprendeva un numero variabile di porzioni di merluzzo.

Nonostante il contenuto calorico della dieta e la composizione in macronutrienti (proteine, grassi o carboidrati) per i tre gruppi fossero del tutto sovrapponibili, coloro che assumevano 5 porzioni di pesce la settimana hanno perso significativamente piu’ peso degli altri: 1,7 chili in piu’ rispetto al gruppo che non ne assumeva affatto. “Questo studio si inserisce in una linea di ricerca, ormai abbastanza consolidata, che suggerisce come il merluzzo e i suoi derivati possano aiutare la perdita di peso durante diete a basso contenuto calorico”, ha agigunto l’esperto, “il motivo di questo effetto non e’ ben noto: e’ probabile che abbia a che fare con la particolare composizione delle proteine del pesce, di cui e’ particolarmente ricco, sia come merluzzo fresco sia come stoccafisso, ovvero essiccato”. E ha aggiunto: “E’ anche noto che le proteine del merluzzo sono particolarmente sazianti e quindi calmano l’appetito: ma e’ poco probabile che questo sia il meccanismo in gioco in questo studio, visto che il consumo calorico, nei vari gruppi, era controllato e costante”.
AGI

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi