I primi mille giorni di vita det…

Nutrizione, epigenetica, …

La proteina p53 ha un ruolo impo…

[caption id="attachment_5…

Prima volta fotografata struttur…

Fotografata per la prima …

Malattie cardio-metaboliche e ps…

Al 47% delle donne è stat…

Tumori: il "Big Killer" sempre p…

Sempre più donne italiane…

Autismo: impatti sul cervello di…

L'autismo colpisce d…

1Ottobre 2014 Prima Giornata Mon…

#urticariaday2014   Rom…

Sindrome di Down: madre ricercat…

La notissima epigallocate…

Pressione sanguigna: una piccola…

[caption id="attachme…

AL VIA IL XV CONGRESSO DELLA SO…

Apre, domani a Firenze, i…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Gli effetti terapeutici dei fermenti lattici nel trattamento della gastrite cronica

La gastrite cronica causata dal consumo regolare di acido acetilsalicilico (aspirina) è un disturbo che coinvolge molte persone in tutto il mondo. L’uso di probiotici è stato proposto per migliorare diverse patologie del tratto gastrointestinale come le malattie infiammatorie intestinali, diarrea, sindrome del colon irritabile, ecc, ma tuttavia, poca attenzione è stata rivolta all’uso dei probiotici nella malattia gastrica. Gli effetti promotori dei benefici dei probiotici per un intestino sano erano stati sempre ascritti ad alimenti fermentati e ai batteri. In realtà sono coinvolti anche i metaboliti prodotti durante la fermentazione come gli esopolisaccaridi (EPS). Questi polimeri sono impiegati per modulare la risposta immunitaria e visualizzare come funziona la reazione anti-ulcera.

Un articolo che veicola l’atttenzione alla risposta è stato pubblicato il 7 aprile 2010 sul World Journal of Gastroenterology.

La ricerca indica come il latte fermentato con S. thermophilus CRL 1190 e il suo esopolisaccaride (EPS) ha un potere effettivo nel trattamento della gastrite cronica, modulando la risposta del sistema immunitario, nei topi inspessisce la mucosa delle pareti del tratto gastrico.

Il latte cosi’ fermentato ha mostrato lo stesso effetto gastroprotettivo dell’omeprazolo. L’impiego del latte fermentato come da descrizione si può definitivamente considerare un’alternativa naturale per la prevenzione e trattamento dei danni associati al consumo regolare dell’acido acetilsalicilico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: