Alzheimer e memoria semantica: l…

[caption id="attachment_1…

La qualità del sonno migliora co…

Un nuovo studio statunit…

Alzheimer: funziona la prevenzio…

La somministrazione prolu…

Protesi neuromuscolari: possibil…

L'intenzione di movimento…

Arrivano gli stent per i restrin…

Buone notizie per i pazie…

Osservatorioinfluenza.it si rinn…

Una sezione dettagliata s…

Dal colesterolo una speranza con…

[caption id="attachm…

Sindrome di Marfan: un 'paziente…

Si deve alla 'testardaggi…

"L'ho già visto!" - Scienziati s…

Il suono di una voce che …

SLA: un errore nella formazione …

Un errore nella formazion…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Parkinson: studi su topo con il morbo rivelano altri sintomi predittivi

Creato il primo topo transgenico affetto dal morbo di Parkinson per lo studio dei primi sintomi della malattia, scatenata da una mutazione genetica scoperta negli esseri umani. Lo ha annunciato un gruppo di ricercatori della University of California, San Francisco in uno studio pubblicato sulla rivista ‘Human Molecular Genetics’. Il topo esprime le stesse proteine mutate dei pazienti umani affetti da Parkinson.

La cavia infatti mostra i classici sintomi che hanno le persone all’inizio della malattia, come stitichezza e problemi gastrointestinali. I ricercatori hanno quindi concluso che il Parkinson, lungi dall’essere una malattia che colpisce solo il cervello, mostra sintomi evidenti in tutto l’organismo, compreso l’apparato gastrointestinale. I ricercatori vorrebbero utilizzare il topo geneticamente modificato per indagare su terapie nuove in grado di invertire la disfunzione neurologica che causa il Parkinson. Inoltre, secondo gli esperti, lo studio approfondito dei primi sintomi della malattia puo’ essere utile anche per migliorare le diagnosi, rendedole piu’ tempestive. Lo scopo e’ quello di riuscire a trattare il Parkinson ai suoi primi segnali. –

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!