Infiammazioni intestinali: prote…

La malattia infiammatoria…

Secukinumab primo farmaco biolog…

Secukinumab di Novartis è…

Calvizie e stress, per caso, il …

Su Plos One i risultati d…

FIBRILLAZIONE ATRIALE ED ICTUS: …

Benevento, 10 marzo 2014 …

Dal Carlo Besta di Milano partir…

[caption id="attachment_6…

Danni renali acuti: scoperto nuo…

Scoperto un potenziale …

Cure palliative: al "Girasole" d…

Un ambiente pensato e str…

Tumori: in GB, medico di famigli…

Due terzi degli adolescen…

La missione benessere sara' mant…

[caption id="attachme…

Alzheimer: ricerca in essere, pr…

Benché la scienza abb…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cerotto ‘molecolare’ per bloccare sanguinamenti

Scienziati americani hanno scoperto come creare un ”cerotto” molecolare per bloccare il sanguinamento. E’ quanto emerge da uno studio dell’Oklahoma Medical Research Foundation che hanno individuato la proprieta’ cicatrizzante in un anticorpo in grado di frenare le emorragie. Il team di ricercatori guidato da Charles Esmon, dopo studi condotti sui topi gia’ pubblicati su Nature Medicine, ha individuato nelle proteine istoniche la causa delle lesioni ai vasi sanguigni e sta avviando ricerche sugli uomini.

Gli istoni si trovano nel nucleo della cellula e sono simili a ”bobine” dentro le quali sono avvolti i filamenti di DNA.

In presenza di un trauma, un taglio o una malattia, Esmon e i suoi hanno scoperto che le cellule rilasciano gli istoni che attaccano le pareti dei vasi sanguigni, provocando ulteriori danni. Studiando i pazienti con malattie auto-immuni, i ricercatori hanno scoperto la possibilita’ di bloccare le proteine-tossiche con un anticorpo monoclonale, in grado di arginare i danni da infarto fino alle ferite da armi da fuoco.
ASCA

Archivi