La luce influisce cognitivamente…

La luce migliora l'attivi…

Merck Serono: approvazione europ…

Ginevra, Svizzera, 6 fe…

Dall'acne all'endocardite

Il batterio che causa l'a…

Dalla saliva del pipistrello un …

Un farmaco a base di sali…

Rosacea: riguarda un adulto su d…

Dai reali d'Inghilterra c…

Tumori: colesterolo "traghettato…

Zattere di colesterolo…

La chiamata alle armi del sistem…

175 milioni di anni di st…

Tecnoassistenza: Italia Longeva …

Roma, 03 Luglio 2014 –Se …

L’appello della Società Italiana…

Oltre il 50% delle malat…

Pesci che ostacolano e combatton…

[caption id="attachment_9…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Alzheimer: una proteina con poteri protettivi prodotta da una infiammazione

GM-CSF

Una proteina prodotta dall’infiammazione causata dall’artrite reumatoide protegge dall’Alzheimer. Lo ha scoperto uno studio pubblicato dal ‘Journal of Alzheimer’s Research’, secondo cui la proteina e’ gia’ prodotta anche sinteticamente, e potrebbe essere usata in futuro come terapia. La correlazione tra l’artrite e la minore probabilita’ di Alzheimer era gia’ stata notata, ma era stata attribuita ai farmaci antinfiammatori.

I ricercatori dell’Universita’ della Florida del Sud hanno trattato delle cavie con problemi di memoria simili a quelli causati dall’Alzheimer con la proteina chiamata Gm-Csf, che e’ uno dei prodotti dell’infiammazione causata dall’artrite. Al termine dello studio, durato 20 giorni, i topi a cui era stata somministrata la proteina non presentavano piu’ sintomi, e le placche beta amiloidi nel cervello si erano ridotte di piu’ del 50 per cento.

Persino il gruppo di controllo dei topi sani a cui era stata data la Gm-Csf aveva performance cognitive leggermente migliori.

“Il prossimo passo – scrivono i ricercatori – sara’ testare la proteina, che gia’ e’ usata nella terapia di alcuni tumori, sui pazienti come potenziale trattamento per l’Alzheimer”.

AGI- Salute

Archivi