GSK 'open access', rende pubblic…

[caption id="attachme…

Tumori: parte la ricerca italian…

L'Universita' degli studi…

Allergeni: in quale quantità div…

Nuove regole per le indic…

Tumori: aumentano quelli legati …

Il numero di donne che sv…

Anziani con disturbi respiratori…

I disturbi respiratori n…

Apnea notturna e i rischi di ict…

Le persone che soffrono d…

Mieloma multiplo: parte la speri…

[caption id="attachment_9…

All'ESHRE 2011 Merck Serono prem…

· Un premio destinato …

Corsi di Make Up anti cancro: pe…

Il cancro della cervice u…

Testosterone: utile contro scomp…

Il testosterone puo' mig…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

L’importanza delle fibre per la sopravvivenza della flora batterica

Una dieta povera di fibre non favorisce lo sviluppo di una flora intestinale capace di difendere l’organismo da agenti patogeni aggressivi. Lo ha scoperto un ricercatore italiano, Paolo Lionetti, dell’Universita’ di Firenze, che ha pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences (Pnas) i risultati delle sue analisi. Il ricercatore fiorentino ha analizzato nel dettaglio la composizione della flora batterica intestinale di bambini italiani, che si nutrono con una dieta di tipo ‘occidentale’, con quella dei bambini del Burkina Faso, la cui dieta e’ piu’ ricca di vegetali e cereali.

I risultati raggiunti hanno evidenziato una differenza sostanziale tra i due gruppi: in quelli del Burkina c’e’ una maggiore presenza di acidi grassi dalla catena corta, almeno tre volte di piu’ di quelli riscontrati nella flora batterica dei bimbi italiani.
Questi acidi sono determinanti per favorire la lotta contro agenti patogeni come, per esempio la salmonella e sono prodotti da un particolare gruppo di batteri.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x