Ictus: un nemico speciale per le…

29 OTTOBRE 2014 LA GIORN…

Dati preliminari rivelano un mig…

I primi risultati dello s…

Un gene duplicato....male, ha sc…

Interferendo con l'azione…

Le proprieta' antitumorali del l…

[caption id="attachment_7…

Nanoparticelle magnetiche per la…

Particelle minuscole,…

Più giorni liberi da sintomi e m…

L’inattività fisica …

Prossimo arrivo di un test low c…

[caption id="attachment_9…

Teva, in collaborazione con Inte…

La piattaforma aiuta a co…

Cervello: nuova tecnica non inva…

Sviluppata una strategia …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

L’importanza delle fibre per la sopravvivenza della flora batterica

Una dieta povera di fibre non favorisce lo sviluppo di una flora intestinale capace di difendere l’organismo da agenti patogeni aggressivi. Lo ha scoperto un ricercatore italiano, Paolo Lionetti, dell’Universita’ di Firenze, che ha pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences (Pnas) i risultati delle sue analisi. Il ricercatore fiorentino ha analizzato nel dettaglio la composizione della flora batterica intestinale di bambini italiani, che si nutrono con una dieta di tipo ‘occidentale’, con quella dei bambini del Burkina Faso, la cui dieta e’ piu’ ricca di vegetali e cereali.

I risultati raggiunti hanno evidenziato una differenza sostanziale tra i due gruppi: in quelli del Burkina c’e’ una maggiore presenza di acidi grassi dalla catena corta, almeno tre volte di piu’ di quelli riscontrati nella flora batterica dei bimbi italiani.
Questi acidi sono determinanti per favorire la lotta contro agenti patogeni come, per esempio la salmonella e sono prodotti da un particolare gruppo di batteri.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x