Respinta la legge 40 dalla Corte…

Respinto, dalla Corte eur…

Insonnia: studiate le differenze…

Le persone che soffrono …

Tumori: curare la depressione mi…

Centinaia di malati di ca…

Clinical Trial Center: nasce al …

Roma, 16 gennaio 2014 – I…

Tumore ovarico: nell'immunoterap…

Oggi la quinta giornata…

Amiloide: proteina responsabile …

[caption id="attachment_9…

L'effetto antinfiammatorio del G…

[caption id="attachment_6…

Ricerca evidenzia il meccanismo …

[caption id="attachme…

Febbre tifoidea: ottimi risultat…

Sono positivi i risultati…

Distrofia di Duchenne: staminali…

Cellule staminali "da un…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Chiesi al primo posto per gli investimenti nella ricerca tra le aziende farmaceutiche

Il positivo riconoscimento arriva dal rapporto annuale stilato dal Joint Research Centre della Commissione Europea. Con 132,6 milioni di euro (pari al 15,2% del fatturato), Chiesi è in controtendenza rispetto alla media degli investimenti delle imprese europee, che ha registrato un -2,6%. Continua la crescita del Gruppo, in termini di fatturato ma anche di presenza sul mercato internazionale, con la recente apertura della 24° consociata in Belgio.



Parma, 08 novembre 2010 –Per il secondo anno consecutivo, il Gruppo Chiesi di Parma è al primo posto tra gli investitori italiani in Ricerca e Sviluppo del comparto farmaceutico, all’ottavo posto nella graduatoria dei maggiori gruppi nazionali di ogni settore e al quattordicesimo tra le multinazionali farmaceutiche in tutta Europa. A renderlo noto è il “Quadro di valutazione 2010 degli investimenti industriali europei in Ricerca & Sviluppo”, elaborato dal Joint Research Centre della Commissione Europea. Il rapporto è stato stilato in base ai bilanci trasmessi dalle imprese al JRC e non rappresenta quindi la totalità di quelle esistenti.
Grazie agli investimenti realizzati nel 2009, pari a 132,6 milioni di euro (+22,1% sul 2008), il Gruppo parmigiano segue, nella classifica elaborata dalla Commissione Europea, alcune tra le maggiori imprese nazionali, quali Finmeccanica, FIAT, Telecom Italia e Intesa Sanpaolo, mentre nel settore farmaceutico si colloca alle spalle di grandi gruppi quali Sanofi-Aventis, GlaxoSmithKline, Astrazeneca e Boehringer Ingelheim in Europa.

“Negli ultimi cinque anni Chiesi ha accelerato la propria crescita e questo ha permesso di continuare a investire una quota cospicua del fatturato in R&D, tendenza confermata anche nel 2009”, ha commentato Alberto Chiesi, Presidente e Amministratore Delegato. Il nostro sviluppo si basa essenzialmente sull’innovazione prodotta dalla ricerca, che ci consente di avere all’attivo 1.273 brevetti a livello mondiale, e sulla crescita internazionale, grazie alla quale abbiamo recentemente reso operativa Chiesi Belgio SA, nostra ventiquattresima consociata.Per il futuro, prevediamo di mantenere e aumentare gli investimenti in ricerca, focalizzandoci in particolare su malattie respiratorie, neonatologia e patologie specialistiche quali, ad esempio, la fibrosi cistica. La costruzione del nuovo Centro Ricerche Chiesi a Parma, che sarà completato nella prima metà del 2011, rappresenta un ulteriore impegno a potenziare e alimentar e la nostra capacità di generare valore attraverso l’innovazione”.

Gli investimenti del Gruppo Chiesi, che hanno raggiunto il 15,2% del fatturato, sono in controtendenza rispetto al dato medio degli investimenti sostenuti dalle imprese europee che, secondo il Quadro di valutazione, è calato del 2,6% nel 2009. Va tuttavia segnalato che questa contrazione è ben più contenuta del calo di fatturato e di profitti che ha colpito l’industria europea. Ancor più evidente la flessione degli investimenti per le imprese statunitensi (-5,1%), mentre quelle giapponesi (-1,9%) sono riuscite a limitare più di altre il calo degli investimenti. Nel complesso gli investimenti in ricerca e sviluppo delle imprese farmaceutiche dell’Unione Europea sono cresciuti dell’1,5% rispetto al 2008 e rappresentano il 14,2% del loro fatturato totale.

Profilo Chiesi

Fondato nel 1935 a Parma, nel 2009 il Gruppo Chiesi ha fatturato 872 milioni di euro, segnando un +13,7% rispetto al 2008. Si prevede che il fatturato 2010 raggiunga il miliardo di euro. Il Gruppo, principalmente attivo nelle aree terapeutiche respiratoria e cardiologica e nelle malattie specialistiche, conta 24 consociate a livello mondiale ed è presente in oltre 60 Paesi con i suoi farmaci, prodotti presso gli stabilimenti di Parma, Blois (Francia) e Santana de Parnaiba (Brasile).

Nel 2009 gli investimenti in R&Dhanno raggiunto i 132,6 milioni di euro, pari al 15,2% sul fatturato, un livello che l’azienda intende mantenere per i prossimi anni. Il centro di ricerche di Parma e i laboratori di Parigi, Rockville (USA) e Chippenham (UK) collaborano in modo integrato ai programmi di ricerca preclinica, clinica e registrativa del Gruppo.

Alla fine del 2009, il Gruppo Chiesi contava oltre 3.500 persone, di cui oltre 320 ricercatori.

Per ulteriori informazioni:
Chiesi Farmaceutici S.p.A.
Massimo Zaninelli
Corporate Communication Manager
Tel: 0521-279084
e-mail: m.zaninelli@chiesigroup.com

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!