APPUNTAMENTO A MILANO PER SCOPRI…

A Milano un incontro tra …

Bilirubina: protegge da cancro e…

Il pigmento contenuto nel…

Scoperto in America un virus che…

Riduce l'attivita' cognit…

Cellule staminali: come utilizza…

L'uso di cellule stamina…

Distrofia muscolare: allo studio…

Rigenerare i muscoli da…

Talidomide: arrivano dopo 50 ann…

Ci sono voluti 50 anni, d…

Influenza in arrivo: da Riga l’O…

Influenza in arrivo: da R…

I polifenoli del luppolo aiutano…

Il luppolo, noto per esse…

Immuni al virus dell'AIDS: si sc…

Praticamente immuni al vi…

In uno studio su pazienti, idaru…

• I primi risultati di un…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Obesita’: sono i fattori ambientali predominanti sui fattori genetici

Nello studio dell’obesità la quantità di tessuto adiposo rappresenterebbe un parametro più indicativo dell’indice di massa corporea, che comprende altri fattori

Un miliardo di adulti sovrappeso, 300 milioni francamente obesi: sono questi i numeri di quella che l’Organizzazione mondiale della sanità ha battezzato la “Pandemia del XXI secolo”.

La comprensione di un simile fenomeno non può che passare per lo studio dell’importanza relativa che hanno i fattori genetici e quelli ambientali nel determinarne l’insorgenza, così come ha fatto in un recente studio Aline Jelenkovic, biologa dell’Università dei Paesi Baschi a Bilbao, che ha arruolato alcuni nuclei familiari della città con figli in età scolare o adolescenti per misurare alcuni parametri antropometrici – in particolare la quantità di tessuto adisposo – per verificarne la correlazione con quelli dei parenti più prossimi e con alcuni fattori ambientali.

Dall’analisi dei dati è emerso che nel determinare caratteristiche fenotipiche riguardanti l’altezza, la morfologia corporea e la quantità di tessuto adiposo, il fattore ereditario ha un’importanza definita da moderata ad alta (con unna correlazione intorno a 0,3), ma con notevoli differenze. In particolare, il tessuto adiposo è risultato determinato più da fattori ambientali che da quelli ereditari.

Ciò indurrebbe a ritenere che nello studio dell’obesità la quantità di tessuto adiposo rappresenterebbe un parametro più indicativo dell’indice di massa corporea, che comprende altri fattori. A corroborare la tesi il fatto che il grasso corporeo è direttamente collegato a un’altra caratteristica spesso correlata all’obesità: l’ipertensione arteriosa.

Per quanto riguarda l’ereditarietà, è emerso che i bambini nati da madri giovani tendono ad avere più massa corporea e più tessuto adiposo. Tra tutti i fattori riguardanti l’ambiente familiare quelli maggiormente correlati all’obesità sono risultati l’età della madre durante la prima gravidanza e il livello di scolarità dei genitori.

Nel caso dei fattori socioeconomici, non sono emerse correlazioni degne di nota, se si eccettua il fatto che i soggetti più favoriti da questo punto di vista sono tendenzialmente anche più alti e con meno tessuto adiposo.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi