Calcoli alla colecisti, un probl…

Presso l’Azienda Ospeda…

Superbatterio in GB: è allarme c…

Il pericolo corre sul bu…

Distrofia Muscolare: riunione a …

I massimi esperti sulla …

Il legame tra osteoporosi e insu…

L’assottigliarsi delle os…

Osservatorioinfluenza.it si rinn…

Una sezione dettagliata s…

Ancora il latte materno, e testi…

Una donna, dopo aver rice…

Studio evidenzia legame tra prot…

Una ricerca innovativa da…

Smentita la "bufala" del batteri…

Anche Halomonas GFAJ-1, i…

Aggiornamento dei foglietti illu…

Roma, 7 maggio 2014 - “E’…

Sale: 9 italiani su 10 esagerano…

Un cucchiaino da te' in m…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Rimodellare non col bisturi ma col ghiaccio: coolsculpting

Addio al bisturi, a tagli spiacevoli, a lunghe degenze e ai punti. Sta per arrivare in Italia una rivoluzionaria forma di intervento che per eliminare il grasso in eccesso utilizza il “freddo”: la “Coolsculpting”, approvata negli Usa dalla FDA, dopo essere stata sviluppata dai ricercatori del Wellman Center Massachusetts General Hospital di Boston in collaborazione l’Universita’ di Medicina di Harvard.

“Il Coolsculpting si basa sulla criolipolisi – spiega all’Agenzia Klaus Davi la dottoressa Valentina Camilleri, del centro LaClinique -. E’ infatti possibile portare all’apoptosi le cellule di grasso sottoponendole a uno stress termico che ne provochi il congelamento.
In questo modo le cellule adipose sottocutanee possono essere distrutte senza intaccare gli altri tessuti, favorendone l’eliminazione attraverso il processo linfatico naturale del corpo”. Poiche’ le cellule morte vengono espulse dall’organismo in maniera naturale, i primi miglioramenti sul proprio corpo inizieranno a essere visibili dopo circa un paio di settimane dal trattamento, mentre i risultati definitivi nella riduzione degli antiestetici accumuli adiposi trattati si avranno dopo circa quattro mesi.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi