La rete europea LeukemiaNet agev…

I ricercatori europei con…

Premio Galeno 2009 per la prima …

Raltegravir, farmaco anti…

AIDS: cure immediate guariscono …

Un nuovo eccezionale colp…

Tumori: particolare proprietà de…

Alcuni ricercatori del Fr…

Piorrea: studi e scoperte verso …

La struttura e il meccani…

Paralisi facciale: le emicranie …

L'emicrania puo' raddoppi…

Seni "rifatti" under 18 adesso p…

Mai più "ritocchini" al s…

Ulcera gastrica curata con le na…

Un paziente con una grave…

'Il Pillolo', contraccettivo mas…

Dopo anni di sperimentazi…

Fibrosi cistica: malattia geneti…

La lotta alla fibrosi cis…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

A Bisceglie una giornata di informazione sui farmaci equivalenti

Venerdì 25 marzo, a Bisceglie (BAT), alle ore 16.45, presso l’Auditorium UNITRE, in via F. Petronelli 16, appuntamento con la giornata “Farmaci equivalenti, diamo una risposta alle tue domande”. Il farmaco equivalente è qualità, sicurezza ed efficacia, ma è anche risparmio. Un risparmio a vantaggio di tutti, del singolo cittadino e del Sistema Sanitario Nazionale. Nonostante la garanzia e la sicurezza dei farmaci equivalenti, però, oggi solo il 10% dei farmaci dispensati è generico, contro una media europea del 50%.

Bisceglie, 23 Marzo 2011 – Il convegno “Farmaci Equivalenti, diamo una risposte alle tue domande”, promosso da Teva Italia,  azienda leader nel settore dei farmaci equivalenti, fa tappa a Bisceglie (BAT). Venerdì 25 marzo, alle ore 16.45, presso l’Auditorium UNITRE, in via F. Petronelli 16. Lo scopo di questa giornata, promossa da UNITRE-Università delle Tre età e patrocinata da Farmapiù, da Far.p.as-Farmacisti pugliesi associati, da Federfarma, dalla SIMG-Società di Medicina Generale Puglia, dall’Ordine dei Medici della Provincia Barletta-Andria-Trani e con il contributo di Teva Italia, è dare una corretta informazione sui farmaci equivalenti, affinché il cittadino possa avvicinarsi con maggiore fiducia al loro utilizzo. Il farmaco equivalente è qualità, sicurezza ed efficacia. Ma è anche risparmio, a vantaggio del cittadino e del Sistema Sanitario Nazionale, che può così concentrare le risorse per favorire l’accesso a terapie costose e innovative di ultima generazione. La maggior parte dei Paesi europei ha compreso l’importanze dell’uso dei farmaci equivalenti, al fine di garantire un’assistenza sanitaria eccellente ma, nello stesso tempo, sostenibile. In Italia c’è ancora strada da fare, visto che solo il 10% dei farmaci dispensati è generico, contro una media europea del 50%. Tutti gli operatori del settore, medici e farmacisti, sono quindi chiamati a contribuire alla diffusione della cultura del farmaco equivalente. Un ruolo importante è svolto anche dalle farmacie, in quanto luogo di riferimento sociosanitario per i cittadini dove poter chiedere consigli sull’acquisto dei farmaci ma anche per servizi che vanno dal semplice controllo pressorio al primo soccorso, fino all’assistenza ad anziani e immigrati. Per questo motivo è importante che le farmacie diventino un luogo privilegiato di comunicazione e diffusione dell’uso dei farmaci equivalenti”. All’incontro interverranno il dottor Natale Simone, Farmacista titolare della Farmacia Simone di Bisceglie e la dottoressa Daniela Cappelluti, Specialist di Teva Italia.

FARMACI EQUIVALENTI

I farmaci equivalenti (detti anche farmaci generici), pur avendo lo stesso principio attivo, presente alla medesima dose, la stessa forma farmaceutica, la stessa via di somministrazione e le stesse indicazioni terapeutiche del farmaco originale, costano meno, per motivi indipendenti dalla qualità del prodotto, legati alla commercializzazione e sviluppo. Forniscono le medesime garanzie di sicurezza, efficacia e qualità dei farmaci originali ma ad un prezzo inferiore. Questo a tutto vantaggio delle tasche dei cittadini e del Sistema Sanitario Nazionale.

Per maggiori informazioni sulla campagna: www.equivalente.it

 

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi