L'invecchiamento è collegato al …

L'invecchiamento è una pa…

Fecondazione eterologa: sulla do…

“In qualità di società sc…

SLA: diagnosi precoce e certa pe…

[caption id="attachment_1…

Risparmio nel medio –- lungo ter…

RISPARMIO NEL MEDIO – LUN…

Lo strano caso del polpo con l'e…

[caption id="attachment_4…

Life-history traits may affect D…

For the first time, r…

Tumori ai polmoni: spettroscopia…

[caption id="attachment_9…

La prima volta dell'antinfluenza…

Per la prima volta l'Agen…

Alzheimer: una nuova proteina gu…

[caption id="attachme…

Salmonella ipervirulenta: dagli …

Individuato un metodo per…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cancro al seno: non sempre il caffe’ e’ da considerare preventivo

Le donne che consumano caffè hanno una probabilità inferiore d’insorgenza del tumore del seno negativo per il recettore degli estrogeni rispetto a quelle che non ne bevono


Recenti studi hanno messo in luce come i bevitori di caffé abbiano un ridotto rischio di insorgenza di tumori. Una più dettagliata ricerca in via di pubblicazione sulla rivista ad accesso libero Breast Cancer Research (Jingmei Li, Petra Seibold, Jenny Chang-Claude et al, Coffee consumption modifies risk of estrogen-receptor negative breast cancer) mostra che il consumo di questa bevanda riduce in modo specifico il rischio di tumore negativo al recettore per gli estrogeni (un sottotipo che non risponde al trattamento per ridurre la produzione di estrogeni, denominato anche ER-negatvo).

Il gruppo di ricercatori svedesi del Karolinska Institutet, autori dello studio, hanno confrontato gli stili di vita e il consumo di caffè tra donne di pari età affette da tumore e donne senza. Si è così riscontrato che le bevitrici di caffè avevano una minore prevalenza di tumore del seno rispetto a quelle che ne bevono raramente.

Tuttavia, il rischio è influenzato da diversi fattori riguardanti gli stili di vita, come l’età della menopausa, l’esercizio fisico, il peso, lo status socioeconomico, e familiarità per lo stesso tumore.

Una volta ponderati i dati per tenere conto di questi fattori, è emerso come l’effetto protettivo del caffè sul tumore del seno era statisticamente significativo solo per il tumore del seno ER negativo.

Secondo gli studiosi: “Esistono spesso informazioni contraddittorie sugli effetti benefici del caffè: dal confronto con i nostri risultati, quelli dei precedenti studi mostrano lo stesso andamento ma con una correlazione molto più debole; l’ipotesi è che le differenze dipendano dal tipo di preparazione del caffè o dalla sua tipologia. È improbabile che l’effetto protettivo fosse dovuto alla presenza di fitoestrogeni presenti nel caffè dal momento che non si osserva alcuna riduzione nell’incidenza del cancro ER-positivo”.

Perciò mentre è evidente che il caffè può avere effetti benefici nella protezione dal tumore ER negativo, l’esatto meccanismo di azione e i composti coinvolti non sono chiari e non tutti i tipi di caffè hanno lo stesso effetto.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi