Tumore al pancreas: è italiana l…

[caption id="attachme…

Uova in gestazione, prevengono d…

L’assunzione di colina, l…

Autismo: metà cause genetiche, m…

La ricerca del Karolinska…

Tacchi alti: il dolore alle arti…

In dieci anni e' piu' ch…

Tumore da esposizione all'amiant…

La nuova metodica ovviere…

Cellule staminali: il segreto de…

Svelato il segreto ch…

Obesità: per prevenirla dedicare…

Per dimagrire non e' nece…

Dimostrata la connessione tra la…

[caption id="attachme…

Sclerosi multipla e il futuro ne…

Nel convegno mondiale Acr…

Epidemia da meningite fungina: n…

Diagnosticati nelle ultim…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Mal di schiena: nuovo gel ripara danni dischi spinali

Messo a punto un rivoluzionario gel efficace contro il mal di schiena. A farlo e’ stato un gruppo di ricercatori dell’Universita’ di Manchester in uno studio pubblicato sulla rivista Soft Matter. Si stima che il mal di schiena affligga l’80 per cento delle persone a un certo punto della loto vita.

Negli Stati Uniti e’ la piu’ comune causa di disabilita’ causata dal lavoro. Ora gli scienziati inglesi hanno messo a punto un gel in grado di riparare i dischi spinali danneggiati. In pratica, hanno trovato un modo per sostituire definitivamente il funzionamento del disco invertebrale. La risposta sono delle microscopiche particelle spugnoso che si gonfiano e che, insieme al gel, riparano i dischi ‘consumati’.

Questa nuova soluzione e’ il risultato di 25 anni di lavoro. Attraverso un’iniezione miliardi di minuscole particelle, una volta all’interno del corpo, si trasformano in un gel. “Il nostro team – ha spiegato Brian Saunders, primo autore del lo studio – ha fatto un importante passo in avanti attraverso il design innovativo dei materiali che in prospettiva porta a un gel iniettabile per il trattamento della degenerazione del disco intervertebrale”.
Questa condizione provoca mal di schiena cronico che ha un costo salato per il paese e che causa molte sofferenze ai malati e alle loro famiglie. “Abbiamo lavorato per 25 anni – ha concluso Saunders – per individuare un metodi per trattare la degenerazione del disco intervertebrale”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi