Rete neurale comune a tutti i ve…

A dispetto della vasta ga…

Trapianto cornea: alla Harvard …

[caption id="attachment_6…

Pomodoro NON ogm per combattere …

[caption id="attachment_6…

Menopausa: cambiamento di rotta,…

[caption id="attachment_1…

Localizzata un’area del cervello…

Si trova nella corteccia …

Interpretare e guarire il dolore…

Gli specialisti apprender…

"Chi dorme sano non prende peso"…

Torna “Morfeo Dormiresa…

Una nanoterapia per il diabete d…

Sviluppata negli Stati Un…

Allergie: una proteina responsab…

Maggiore è la presenza de…

Esperti BPCO: "Serve fondo nazio…

“I nostri sforzi oggi son…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumori intestinali: ottimo deterrente limitare carne rossa a 500 gr a settimana

Mangiare 100 grammi in piu’ di carne rossa al giorno aumenta del 17% il rischio di sviluppare il tumore all’intestino, mentre consumare la stessa quantita’ di carni lavorate (come i salumi) fa salire la percentuale di rischio al 36%.

A sostenerlo e’ il Continuous Update Project (CUP), il piu’ grande studio mai condotto sull’argomento, parte di un progetto piu’ ampio realizzato dal Word Cancer Research Fund (WCRF) in collaborazione con l’American Institute for Cancer Research’s (AICR). ”La carne rossa e gli alimenti trasformati a base di carne aumentano il rischio di cancro all’intestino – spiega Alan Jackson dell’University of Southampton (Regno Unito), che ha guidato il CUP -.


Tutti coloro che vogliono ridurre il rischio di contrarre la patologia dovrebbero prendere in considerazione l’ipotesi di ridurne le quantita”’. Gli esperti del World Cancer Research Fund raccomandano un limite di consumo di carne rossa pari a 500 grammi di carne rossa cotta a settimana (pari a circa 700-750 grammi di carne cruda), e di evitare il piu’ possibile l’assunzione di carni lavorate.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x