Quando l'aterosclerosi provoca m…

Un nuovo studio pubblicat…

Tumore al polmone: dopo il fumo …

La 'Relazione sullo stato…

Chetamina contro la depressione

La chetamina potrebbe aiu…

Dall'Austria la pillola che cura…

[caption id="attachment_5…

Abbronzatura: in grado di produr…

Il Sole e' come una droga…

HIV: ricerca italiana scopre met…

Un team dell'Istituto sup…

Immuno-oncologia: quarta reale a…

Roma, 27 ott 2014 - Poten…

Rene policistico: scoperto gene …

Scoperto il gene che caus…

Artroscopia per riparare la cavi…

Nel mondo dello sport è c…

FDA pone il suo OK sul test rapi…

La Food and drug administ…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

L’operato di A.L.I.Ce. Italia onlus arriva alle nazioni unite

Cuneo, 14 Giugno 2011 – Si sono conclusi i lavori della IV Assemblea Nazionale di A.L.I.Ce. Italia Onlus, l’Associazione che da oltre 10 anni si batte allo scopo di diffondere una maggiore consapevolezza sulle cause dell’ICTUS CEREBRALE e di favorire la prevenzione dell’ictus cerebrale,  una vera e propria emergenza sociale.

 

Ottimi i risultati del Convegno di quest’anno: grande ammirazione nei confronti di A.L.I.Ce. Italia e delle sue attività, ha espresso V. Hachinski, co-fondatore della Stroke World Organization e promotore della Giornata Mondiale contro l’ICTUS, arrivato dal Canada per tenere una lettura magistrale dal titolo “World Stroke Agenda: A Treatable and Preventable Catastrophe”. A testimonianza della sua stima, l’illustre ospite ha dichiarato l’intenzione di citare, nella sua prossima audizione alle Nazioni Unite, A.L.I.Ce Italia per il suo impegno nel contrastare l’ICTUS Cerebrale e per la sua organizzazione, quale esempio da replicare a livello mondiale. Vladimir Hachinski inoltre ha accolto con entusiasmo la richiesta di accettare un rappresentante di A.L.I.Ce. Italia Onlus allaWorld Stroke Organization (WSO).

Il traguardo della possibile, futura internazionalizzazione dell’Associazione, è di immenso valore e di importante stimolo per l’intera realtà associativa italiana, oggi una federazione libera e non lucrativa composta da associazioni di volontariato presente in 20 Regioni Italiane formate da persone colpite da ICTUS, familiari, medici, personale addetto all’assistenza, riabilitazione e volontari e l’unica ad essere impegnata, in Italia, da più di dieci anni nella lotta all’ICTUS CEREBRALE.

 

L’Assemblea Annuale di A.L.I.Ce, svoltasi il 27 maggio u.s. a Canale, nella provincia di Cuneo, oltre a discutere ed approvare il Bilancio consuntivo 2010 presentato dalla Presidente uscente, Maria Luisa Sacchetti, ha analizzato il programma di attività 2011. Alla presenza di una folta rappresentanza di delegati delle associazioni territoriali di A.L.I.Ce Italia si è, poi, proceduto ai compiti statutari: elezione del nuovo presidente e degli incarichi a livello nazionale.

 

All’unanimità sono stati eletti Paolo Binelli quale presidente della Federazione A.L.I.Ce Italia Onlus ed attualmente Presidente dell’Associazione laziale eFrancesco Gaballo – di A.L.I.Ce Puglia – alla vicepresidenza. Le altre due cariche sono state espresse dalla Liguria: Nicoletta Reale, la quale assume compiti di segreteria nazionale, e Carlo Gandolfo con la carica di tesoriere. Confermato Domenico Inzitari – A.L.I.Ce. Toscana a Presidente del Comitato Tecnico Scientifico. Antonia Nucera – A.L.I.Ce Emilia Romagna – e Giuseppe Bonatto A.L.I.Ce.  Piemonte, saranno invece rappresentanti italiani, rispettivamente, nellaWorld Stroke Organization ed in SAFE ( Stroke Alliance For Europe). Infine, Maria Luisa Sacchetti, Presidente uscente, è stata nominata Presidente Onorario.

 

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!