Tumori: tecnologia innovativa pe…

Ricercatori finanziati da…

Beta-talassemia: la terapia gen…

[caption id="attachment_8…

A Capri una due giorni di confro…

In Italia allo stato at…

L'importanza del DNA in 3D

Una nuova tecnica messa a…

Trattamento del pene curvo con c…

FIRENZE, 2017 – Sono stat…

Il 9 febbraio si celebra la 1° G…

Roma, 6 febbraio 2015 – I…

Sei stato allattato al seno? Far…

Lo sostiene uno studio in…

Neuroni e sovrappeso: ecco l'ord…

[caption id="attachme…

Meningite: l'EMA autorizza il va…

L'Agenzia europea del far…

Tumori ossei: nei bambini la spe…

Utilizzare cellule stamin…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Una molecola BIM affama il tumore, impedendo ai vasi sanguigni di raggiungerlo

Se attivata e’ in grado di inibire la formazione dei vasi sanguigni intorno al tumore, bloccando l’irrorazione sanguigna alle cellule neoplastiche e ”affamando” cosi’ il tumore: scoperta dagli studiosi del Walter ed Eliza Hall Institute (Australia), la molecola di cui si legge nello studio pubblicato sul Journal of Experimental Medicine si chiama ”Bim”.

Il meccanismo di sopravvivenza tumorale, spiegano i ricercatori, si basa sul nutrimento e sull’ossigeno che alle cellule neoplastiche arriva tramite l’irrorazione sanguigna.

I ricercatori hanno scoperto che quando le cellule tumorali attivano VEGF – un fattore di crescita endoteliale vascolare che stimola la crescita dei vasi sanguigni – l’attivita’ anti-angiogenica di Bim viene soppressa nelle cellule che rivestono i vasi sanguigni del tumore: riattivandola, concludono gli studiosi, potrebbe essere possibile inibire lo sviluppo di nuovi vasi sanguigni, e bloccare cosi’ l’approvvigionamento di sangue al tumore.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!