Lo sperma determina la "vittoria…

[caption id="attachme…

Pace-maker contro l'obesità: in …

Con 160 pazienti reclutat…

Contro il Cancro al Seno l'UE la…

È stato appena avviato un…

Alzheimer, legato a problemi vas…

I problemi vascolari de…

Basalioma: il tumore di chi sta …

In genere il carcinoma si…

Aglio, cipolla e pomodoro: il su…

Il segreto è nel soffritt…

App “Stress Visivo” di ZEISS: un…

Stress Visivo è l’App lan…

La dopamina alla base della sodd…

[caption id="attachment_5…

Come reagiscono i fumatori dopo …

Un sostanziale numero di …

Meno rischi di fratture ossee pe…

Le donne di colore o asia…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

DNA: da quattro a otto le basi oggi note che compongono la magica doppia elica

Per decenni, gli scienziati hanno creduto che il Dna fosse costituito da quattro basi: adenina, guanina, timina e citosina.


Elementi che vengono citati da tutti i libri di scienza e che hanno costituito il punto di partenza della conoscenza sulla codificazione dei geni. Recentemente, gli studiosi hanno ampliato l’elenco delle basi del Dna da 4 a 6. E ora un team della Facolta’ di Medicina dell’universita’ del North Carolina (Usa) annuncia su ‘Science’ di aver scoperto la settima e l’ottava base del Dna.

Queste ultime due basi, chiamate 5-formilcitosina e 5 carbossilcitosina – spiegano i ricercatori – sono in realta’ versioni di citosina che sono state modificate da proteine chiamate Tet, molecole che svolgono un ruolo chiave nella demetilazione del Dna e nella riprogrammazione delle cellule staminali. La scoperta ha dunque importanti implicazioni nella ricerca sulle staminali e sul cancro, in quanto potrebbe dare agli scienziati la possibilita’ di riattivare geni oncosoppressori che erano stati messi a tacere dalla metilazione del Dna.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!