Alzheimer e memoria semantica: l…

[caption id="attachment_1…

La qualità del sonno migliora co…

Un nuovo studio statunit…

Alzheimer: funziona la prevenzio…

La somministrazione prolu…

Protesi neuromuscolari: possibil…

L'intenzione di movimento…

Arrivano gli stent per i restrin…

Buone notizie per i pazie…

Osservatorioinfluenza.it si rinn…

Una sezione dettagliata s…

Dal colesterolo una speranza con…

[caption id="attachm…

Sindrome di Marfan: un 'paziente…

Si deve alla 'testardaggi…

"L'ho già visto!" - Scienziati s…

Il suono di una voce che …

SLA: un errore nella formazione …

Un errore nella formazion…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumore del seno: prevenzione con le noci

Cinquanta grammi al giorno di noci potrebbero ridurre drasticamente il rischio di cancro alla mammella. La scoperta, compiuta nel corso di uno studio sui topolini (e naturalmente in dosi diverse), e’ stata annunciata dai ricercatori della Marshall University di Huntington, West Virginia. Come si legge nella rivista Nutrition and Cancer, gli scienziati hanno confrontato una tipica dieta con una contenente noci.

I topolini sono stati nutriti da ‘prima del concepimento’ (ossia dando noci alla madre) fino allo svezzamento e poi direttamente: la quantita’ di noci fornite ai topolini durante il test equivale a circa 50 grammi al giorno, per un essere umano. Durante il periodo di studio, il tasso di cancro alla mammella si e’ dimezzato nei topi che mangiavano le noci. Inoltre, il numero dei tumori e la loro dimensione erano significativamente minori. “Questi risultati sono molto importanti se pensiamo che i topi erano geneticamente programmati a sviluppare il cancro – ha spiegato Elaine Hardman, che ha condotto lo studio – e noi siamo stati in grado di indurre il rischio di cancro anche contro una preesistente mutazione genetica”.

Nell’articolo, i ricercatori notano anche che l’aggiunta delle noci (grassi sani) aveva anche comportato l’eliminazione di altri componenti poco sani dalla dieta. Le sostanze contenute nelle noci, comunque, avevano mostrato di ridurre il cancro o rallentare la sua crescita. Secondo gli studiosi, questa dieta contenente noci aveva cambiato l’attivita’ di geni multipli che sono rilevanti per il cancro al seno sia nei topi che negli umani. Alcuni test, in particolare, avevano scoperto che l’incremento degli acidi grassi omega 3 non aveva un grandissimo effetto sui tumori, mentre quello della vitamina E riusciva a diminuire la crescita tumorale. “I risultati di questo studio mostrano che un maggior consumo di noci dovrebbe entrare a far parte di una alimentazione salutare e potrebbe ridurre il rischio di cancro nelle future generazioni”, ha concluso Hardman.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!