Cresce la presenza delle imprese…

Il prossimo 8 e 9 Ottobre…

Cancro: il caso più antico mai t…

Scoperto il più antico ca…

Epilessia, scoperta cura genica…

[caption id="attachme…

Patologie cardiache: un amminoac…

Un molecola "sentinella" …

Alternativa alla sperimentazione…

La legislazione europea l…

Interazioni geni - ambiente: equ…

[caption id="attachment_1…

Aglio: ricerca danese ne spiega …

Stop alle infezioni grazi…

Il funzionamento degli enzimi: t…

Il nostro mondo è unico i…

Alzheimer: test precode DNA per …

Un test tanto precoce del…

VP882, il virus killer perfetto …

Una spia insospettabile i…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

HIV: primi mesi dopo infezione registrano deficit cognitivi e cambiamenti cerebrali

Il virus dell’Hiv (il virus dell’immunodeficienza umana) potrebbe provocare, nei primi mesi dell’infezione, dei cambiamenti cerebrali responsabili di deficit cognitivi e psicomotori in grado di influenzare la prognosi della malattia, riducendo la sopravvivenza e aumentando il rischio di morte.

E’ quanto emerge da uno studio pubblicato su Brain Connectivity da un gruppo di studiosi della Northwestern University di Chicago e della North Shore University Health System di Evanston (Usa). La ricerca e’ stata condotta esaminando le risonanze magnetiche di soggetti Hiv-positivi da meno di 12 mesi e confrontandole con quelle di persone sane.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x