Morbo di Parkinson: nuova cura c…

Una nuova terapia, che si…

L’FDA approva un nuovo farmaco b…

La Food and Drug Administ…

Caffè come salva vista

Un caffè al giorno toglie…

In Calabria parte il progetto sp…

Soverato, 24 giugno 2011 …

Alzheimer: una risonanza potrebb…

Con una risonanza al cerv…

Agenesia del pancreas: ricerca h…

Un team internazionale di…

Diabete: nuovo farmaco preserva …

Un nuovo farmaco promette…

Alzheimer: scoperto un anticorpo…

Un nuovo studio pubblicat…

Il tumore al seno: l'efficienza …

[caption id="attachment_6…

Glioblastoma: probabile causa ce…

Il glioblastoma multiform…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

HIV: primi mesi dopo infezione registrano deficit cognitivi e cambiamenti cerebrali

Il virus dell’Hiv (il virus dell’immunodeficienza umana) potrebbe provocare, nei primi mesi dell’infezione, dei cambiamenti cerebrali responsabili di deficit cognitivi e psicomotori in grado di influenzare la prognosi della malattia, riducendo la sopravvivenza e aumentando il rischio di morte.

E’ quanto emerge da uno studio pubblicato su Brain Connectivity da un gruppo di studiosi della Northwestern University di Chicago e della North Shore University Health System di Evanston (Usa). La ricerca e’ stata condotta esaminando le risonanze magnetiche di soggetti Hiv-positivi da meno di 12 mesi e confrontandole con quelle di persone sane.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi