Quando la cellula abbandona i mi…

[caption id="attachment_9…

L’equivalente è parte integrante…

Oltre 10.000 addetti sul …

Meccanismo tumorale comune tra l…

L’oncosoppressore BRCA2 è…

Fascite necrotizzante: batterio …

I batteri responsabili d…

Osteoporosi: il pieno di vitamin…

[caption id="attachment_8…

Leucemia mieloide cronica: terap…

E’ una proteina la respon…

Cancro ovarico: isolato un gene

[caption id="attachment_1…

Ricerca evidenzia il meccanismo …

[caption id="attachme…

Un'aspirina per cinque anni cont…

[caption id="attachment_1…

Allarme superbatteri: l'India re…

[caption id="attachment_8…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumori: molecola identifica cellule suicide e la chemio diventa più efficace

La chemioterapia e’ piu’ efficace nelle cellule predisposte all’apoptosi, la morte cellulare programmata.

Lo hanno dimostrato i ricercatori del Dana-Farber Cancer Institute di Boston (Usa), che hanno messo a punto un sistema per stimare la risposta delle cellule tumorali alle terapie anticancro. A darne notizia e’ la rivista Science, secondo cui trattando i tumori con una molecola che danneggia i mitocondri – elementi coinvolti nella morte programmata delle unita’ cellulari – e’ possibile ”etichettare” quelle predisposte a morire e identificare, quindi, quelle piu’ sensibili alla chemioterapia.

Il procedimento apre la strada alla individuazione dei pazienti nei quali il trattamento avrebbe piu’ efficacia e allo sviluppo di chemioterapici che, portando la cellula piu’ vicino al suicidio, abbiano un effetto maggiore.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!