La presenza di geni specifici de…

[caption id="attachme…

Ragadi anali: un disturbo doloro…

[caption id="attachment_5…

Un nuovo approccio nella cura de…

[caption id="attachme…

Test AIDS: scienziati del CER ne…

Due ricercatori finanziat…

Violenza femminile: vittima oltr…

Presentanti in una confer…

Ipoglicemia notturna, motivo di …

E' l'ipoglicemia, ovvero …

Tumore al pancreas: una proteina…

Identificata una nuova pr…

Proteina anti-fame per curare l'…

Trovata un nuova via per …

Riaprono le scuole: allarme sull…

30% i bambini in sovrappe…

Collagenasi di Clostridium histo…

È stata autorizzata anche…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumori: molecola identifica cellule suicide e la chemio diventa più efficace

La chemioterapia e’ piu’ efficace nelle cellule predisposte all’apoptosi, la morte cellulare programmata.

Lo hanno dimostrato i ricercatori del Dana-Farber Cancer Institute di Boston (Usa), che hanno messo a punto un sistema per stimare la risposta delle cellule tumorali alle terapie anticancro. A darne notizia e’ la rivista Science, secondo cui trattando i tumori con una molecola che danneggia i mitocondri – elementi coinvolti nella morte programmata delle unita’ cellulari – e’ possibile ”etichettare” quelle predisposte a morire e identificare, quindi, quelle piu’ sensibili alla chemioterapia.


Il procedimento apre la strada alla individuazione dei pazienti nei quali il trattamento avrebbe piu’ efficacia e allo sviluppo di chemioterapici che, portando la cellula piu’ vicino al suicidio, abbiano un effetto maggiore.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi