Il batterio della salmonella per…

[caption id="attachme…

Stress: può portare ad ictus, in…

Gli scienziati trovano e …

Fecondazione assistita: “Serve n…

L’appello della SIFES dal…

Vespe, moscerini, sviluppo del c…

Per difendersi dalle uova…

Tumori: un algoritmo per analisi…

Un gruppo di scienziati d…

Antidepressivi aumentano rischio…

Gli antidepressivi aumen…

Intolleranze alimentari: bloccan…

Washington - Bloccand…

Cellule staminali in soccorso de…

[caption id="attachme…

Cellule staminali contro malatti…

In Giappone la prima sp…

Chirurgia al laser per intervent…

Gli interventi chirurgici…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Pediatria, manovra-Monti, ENPAM: la FIMP prepara azioni a tutela della previdenza

La FIMP, il Sindacato italiano dei pediatri di libera scelta,  prende posizione nei confronti delle manovre che autorizzano – nel Decreto Legge 6 dicembre 2011 n. 201 “Disposizioni urgenti per la crescita, l’equità ed il consolidamento dei conti pubblici” – il sospetto di un attacco mirato all’Enpam. Attraverso una circolare interna, firmata dal suo presidente Giuseppe Mele, la FIMP si è associata ad altre categorie sindacali per condividere obiettivi, strategie e azioni comuni di difesa dell’autonomia delle casse previdenziali dei liberi professionisti.

Ciò significa”, ha puntualizzato nella circolare il presidente Mele, “che il sindacato dei pediatri concorderà internamente nei prossimi giorni una serie di azioni basate sui seguenti punti: diniego di una gestione pubblica dei risparmi previdenziali dei medici; difesa dell’autonomia delle casse che offrono migliori rendimenti dei contributi e la corretta tutela del patto fra le generazioni; rifiuta a rappresentare un ulteriore aggravio per l’erario attraverso l’Inps.”

La Fimp riunirà la propria Segreteria Nazionale (19 Gennaio) e il Consiglio nazionale in convocazione straordinaria (21 Gennaio) per concordare una linea sindacale in un quadro comune ed unitario con altre sigle sindacali. Il presidente FIMP ha comunque auspicato “che alcune prime risposte al nostro disagio possano arrivare dal prossimo incontro del 18 gennaio con il Ministro della Salute, Renato Balduzzi, appuntamento scaturito proprio da una lettera inviata da una Intersindacale che ha visto allo stesso tavolo medici dipendenti e convenzionati, uniti a salvaguardia del SSN e della dignità e dei diritti degli operatori medici del SSN stesso”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi