Legame tra cancro al colon e con…

I pazienti sopravvissuti …

Mieloma multiplo: parere positiv…

Beerse, Belgio, 28 giugno…

La muffa che si propaga meglio d…

[caption id="attachment_5…

Test del DNA del papillomavirus …

[caption id="attachment_5…

Emicrania: isolato il primo fatt…

[caption id="attachment_8…

Obesità: nuovo farmaco che inibi…

Un gruppo di ricercatori…

Epatite C: prezzo rimborsabilità…

Aifa al lavoro per arriva…

Fibrillazione atriale e rischio …

[caption id="attachment…

Limite per l'utilizzo di sale tr…

Un nuovo studio pubblicat…

Classe farmaci anti ADHD: provoc…

I farmaci per il trattame…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Una nuova opportunità rivolta a genitori e insegnanti per conoscere meglio tutti i nostri bambini

L’ADHD, Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività (ADHD, acronimo per l’inglese Attention Deficit Hyperactivity Disorder), è un disordine dello sviluppo neuropsichico del bambino e dell’adolescente caratterizzato da inattenzione, impulsività e iperattività.

Studi epidemiologici internazionali denunciano una prevalenza del disturbo che varia tra il 4 e il 6%, mentre in Italia la prevalenza sembra limitarsi al di sotto dell’1%.

Una buona notizia o solo una sotto-stima delle diagnosi? Che cosa sanno dell’ADHD i genitori e gli insegnanti, i primi osservatori del comportamento infantile e, quindi, i primi a poter denunciare l’esistenza di un problema? Quali sono le fonti attendibili da cui poter trarre informazioni?

 

Da oggi il sito www.adhdandyou.it risponde alla crescente domanda di informazione di insegnanti e genitori direttamente o indirettamente coinvolti con il disturbo.

Chi ha un rapporto affettivo e professionale con bambini e adolescenti ha, infatti, una sempre maggiore necessità di essere informato sulle caratteristiche dell’ADHD.

Una sindrome così comune in molti Paesi e, come suppongono gli esperti della materia, decisamente sotto-diagnosticata in Italia dove, su una prevalenza stimata di circa 300.000 bambini e adolescenti con il disturbo, solo l’1,5% (4.500) riceverebbe una diagnosi e, quindi, un trattamento adeguato.

 

www.adhdandyou.it, i cui contenuti sono stati validati da un Board di neuropsichiatri infantili provenienti da centri dedicati alla diagnosi e cura dell’ADHD, offre, attraverso un percorso di navigazione semplice, le informazioni fondamentali sul disturbo, indicazioni su quando il comportamento del bambino può far nascere il sospetto di una sofferenza e a chi eventualmente rivolgersi. Sul sito sono disponibili il numero verde dell’Istituto Superiore di Sanità, la rete dei centri specialistici dedicati alla presa in carico globale del bambino affetto dalla sindrome e i siti delle associazioni dei genitori con bambini affetti da ADHD.

 

www.adhdandyou.it è stato realizzato con la consapevolezza che una corretta informazione è fondamentale per creare un futuro sereno per i bambini e adolescenti con ADHD, per le loro famiglie e tutte le persone che li circondano.

 

Medica-Editoria e Diffusione Scientifica

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi