La pillola dei 5 giorni dopo dal…

Dal 2015 il farmaco potre…

Caldo: dall'Euterococco alla zuc…

Estate è sinonimo di ma…

Schizofrenia: studiato un possib…

Nel corso della ricerca s…

Chirurgia toracica video-assisti…

Presso il Centro Congre…

NATURE NEUROSCIENCE: Identificat…

Si aggiunge un tassello a…

Curcuma: studio sul potere rigen…

La nota spezia, già ogget…

Dal veleno di scorpioni, serpent…

Le loro tossine possono e…

Diabete: prevenirlo con i "batte…

I batteri intestinali, o …

Terapie oncologiche a misura di …

Un malato di cancro su 3 …

Ictus: alti livelli di tungsteno…

Nuove ricerche rivelano c…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

BRAVE Awards 2012: Il programma internazionale dà il via alle candidature per tutti coloro che forniscono volontariamente assistenza continuativa e consistente ad un’altra persona

I caregivers[*] non professionisti potranno candidarsi entro il 17 giugno 2012.

4 Aprile 2012, Firenze – Il BRAVE Awards, programma internazionale volto ad offrire un riconoscimento per quelle persone che quotidianamente si adoperano per fornire cure ed assistenza, apre l’accettazione per le candidature.

Ideato e implementato a livello internazionale da Shire plc, società specialistica biofarmaceutica, il programma ha l’obiettivo di riconoscere il coraggio e la dedizione dei “caregivers” non professionisti, premiando gli eroi di tutti i giorni che prestano cure assistenziali regolari e consistenti ad un’altra persona.

 

Fino al 17 giugno 2012 sarà possibile candidarsi al BRAVE Awards 2012 accedendo al sito ufficiale www.ShireBRAVEawards.com. I vincitori saranno comunicati in novembre 2012.  L’individuazione della candidatura è semplice: considera una persona che tu ritieni essere un prestatore di opera assistenziale meritevole di riconoscimento, visita il sito web per saperne di più e compila il form online.

 

Un Comitato di Selezione composto da dipendenti Shire e non sceglierà i finalisti. A quel punto, tutti i dipendenti Shire nel mondo saranno invitati a selezionare, attraverso un sistema di votazione online, fino a 10 vincitori del premio tra i finalisti designati e ciascun vincitore riceverà 10.000$ o una somma equivalente nella valuta del paese di riferimento.

“I caregivers volontari sono spesso degli eroi ignorati e il BRAVE Awards vuole riconoscere il ruolo importante, e a volte sottovalutato, che la famiglia, i vicini, e gli amici giocano nella vita altrui in tutto il mondo” sostiene Angus Russell, Shire Chief Executive Officer.

 

Un caregiver è definito da Shire una persona che fornisce in modo volontario un’assistenza continuativa e consistente ad un’altra persona. Il caregiver può essere un parente, un vicino o un amico che offre regolarmente il proprio tempo, il supporto e la compassione aiutando altre persone che sono parzialmente o completamente impossibilitate a prendersi cura di se stesse. Il caregiver non può essere un medico o assistente sanitario e non può ottenere alcuna ricompensa formale del suo impegno. Medici, infermieri e staff ospedaliero o altri operatori sanitari non possono essere candidati. I candidati dovranno aver compiuto 18 anni alla data del 15 marzo 2012.

 

Il BRAVE Awards di Shire nel 2012 è esteso a dieci Paesi – Australia, Belgio, Canada, Francia, Germania, Italia, Spagna, Svizzera, UK e USA.

 

Non ci sono restrizioni sulla tipologia di cura prestata e il ricevente delle cure non deve avere prescrizione di farmaci o un trattamento medico di Shire. Il programma è stato implementato nel rispetto della privacy e assicura la segretezza dei dati, secondo la Policy di Shire.

 

Nel 2011, prima edizione del BRAVE Awards, sono state ricevute circa 400 candidature.       I profili dei candidati al BRAVE Awards 2011 sono visibili sul sito ufficiale: http://www.ShireBRAVEawards.com

 

Il BRAVE Awards rientra nello spirito della cultura BRAVE di Shire, che promuove un ambiente volto a incoraggiare i propri dipendenti e i partners ad agire con integrità, a creare nuove soluzioni che facciano la differenza, ad agire per i bisogni altrui, per cercare di migliorare ogni giorno e per dare esempio di fiducia e lealtà attraverso il lavoro di squadra.

 

 

BRAVE Awards

Il BRAVE Awards è un programma internazionale voluto da Shire per premiare il coraggio e la dedizione di tutte quelle persone che prestano assistenza medica in modo volontario (caregivers).

Secondo il programma, un caregiver è definito come una persona che fornisce un’assistenza continuativa e consistente ad un’altra persona. Il caregiver non può essere un medico o assistente sanitario e non può ottenere alcuna ricompensa formale del suo impegno. Può essere un parente, un vicino o un amico che offre regolarmente il proprio tempo, il supporto e la compassione aiutando altre persone che sono parzialmente o completamente impossibilitate a prendersi cura di se stesse a causa di problemi di salute, infortunio o altre circostanze attenuanti.

Le candidature per il BRAVE Awards 2012 saranno accettate a partire dal 15 marzo fino al 17 giugno 2012 e i risultati saranno comunicati in novembre 2012.

Per ulteriori informazioni sul programma BRAVE Awards di Shire, compreso il regolamento, gli aspetti legali e la normativa sulla Privacy: www.ShireBRAVEawards.com.

 

 

Shire Italia

Shire Italia S.p.A., fondata nell’anno 2000, è una consociata di Shire Plc (www.shire.com), società specialistica biofarmaceutica con sede principale nel Regno Unito. Shire opera con l’intento di permettere una vita migliore alle persone affette da patologie che alterano la qualità della vita.  Shire Italia S.p.A. è membro di Farmindustria e di Assobiotec.

Per ulteriori informazioni: www.shireitalia.it



[*] Secondo il programma, un caregiver è definito come una persona che fornisce un’assistenza continuativa e consistente ad un’altra persona. Il caregiver non può essere un medico o assistente sanitario e non può ottenere alcuna ricompensa formale del suo impegno. Può essere un parente, un vicino o un amico che offre regolarmente il proprio tempo, il supporto e la compassione aiutando altre persone che sono parzialmente o completamente impossibilitate a prendersi cura di se stesse a causa di problemi di salute, infortunio o altre circostanze attenuanti.

 


Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!