Chirurgia al laser per intervent…

Gli interventi chirurgici…

Il dolore pediatrico, c’è e va c…

Il Poster, realizzato con…

Leucemia mieloide acuta: le orig…

Una mutazione genetica pr…

Cervello, una proteina rafforza …

[caption id="attachment_1…

La risposta dell'insulina e la s…

Vivere contro l'orologio …

Metodo Stamina: le basi su cui s…

Il metodo Stamina, messo …

Hiv, informazione e responsabili…

“Più educazione sessuale …

Trapianto di polmone da donatore…

Al Policlinico di Milano …

Teva, tutte le risposte per la S…

Milano, 11 novembre 2014 …

Il morbo della mucca pazza: cos'…

Il morbo della mucca pazz…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Dormire meno di sei ore a notte, aumenta rischio ictus negli adulti

Dormire meno di 6 ore aumenta notevolmente il rischio di ictus tra gli adulti di mezza eta’ e negli anziani. E’ la conclusione a cui e’ giunta uno studio dell’University of Alabama negli USA, svolto su un campione di 5666 persone nel corso di 3 anni. Lo studio, effettuato su pazienti senza precedenti clinici di ictus, ischemia o apnee notturne, e’ stato presentato all conferenza annuale SLEEP 2012. “Nelle persone adulte o anziane relativamente in salute, dormire per poche ore a notte potrebbe avere un’influenza negativa sull’insorgenza dell’ictus” ha spiegato l’autrice dello studio, Megan Ruiter.


“E’ possibile che una breve durata di sonno sia un precursore a altri fattori di rischio dell’ictus. Dormire meno di 6 ore porta all’insorgenza di questi fattori che rendono piu’ probabile avere attacchi”. Lo studio non ha rilevato alcuna relazione tra durata del sonno e rischio di ictus negli individui obesi: cio’ e’ probabilmente dovuto al fatto che l’obesita’ in se’ e’ un fattore di rischio con una maggiore influenza sulla salute rispetto alle ore di sonno.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x