Le "finte piastrine" in grado di…

Aggregati biodegradabili,…

Ipertensione: un pacemaker cereb…

Nei casi di ipertensione …

Contraccezione al maschile con i…

'Bombardare' con gli ultr…

Tumori del seno: è più efficace …

L'ABT-737 è un innovativo…

Di corsa verso il benessere. Com…

Runner, calciatore, sciat…

Quando correre fa anche del bene

Migliaia di atleti per vi…

Cinque geni responsabili di infi…

ROMA -  Il Messaggero – I…

Lo stent biodegradabile per l’oc…

[caption id="attachment_1…

Leucemia Mieloide: ottime rispos…

Nuove conferme dell'effi…

Metastasi: prevederle con intell…

[caption id="attachm…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Dormire meno di sei ore a notte, aumenta rischio ictus negli adulti

Dormire meno di 6 ore aumenta notevolmente il rischio di ictus tra gli adulti di mezza eta’ e negli anziani. E’ la conclusione a cui e’ giunta uno studio dell’University of Alabama negli USA, svolto su un campione di 5666 persone nel corso di 3 anni. Lo studio, effettuato su pazienti senza precedenti clinici di ictus, ischemia o apnee notturne, e’ stato presentato all conferenza annuale SLEEP 2012. “Nelle persone adulte o anziane relativamente in salute, dormire per poche ore a notte potrebbe avere un’influenza negativa sull’insorgenza dell’ictus” ha spiegato l’autrice dello studio, Megan Ruiter.


“E’ possibile che una breve durata di sonno sia un precursore a altri fattori di rischio dell’ictus. Dormire meno di 6 ore porta all’insorgenza di questi fattori che rendono piu’ probabile avere attacchi”. Lo studio non ha rilevato alcuna relazione tra durata del sonno e rischio di ictus negli individui obesi: cio’ e’ probabilmente dovuto al fatto che l’obesita’ in se’ e’ un fattore di rischio con una maggiore influenza sulla salute rispetto alle ore di sonno.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x