Alzheimer: alla radice della mal…

[caption id="attachment_9…

Studio identifica un nuovo gene …

[caption id="attachment_1…

Iniezioni con ultrasuoni: gli in…

Gli ingegneri del MIT han…

Cancro al seno: su prevenzione e…

Ogni anno in Italia si co…

al via installazione 'Discovery …

[caption id="attachment_1…

Virus HIV: scoperta dinamica gem…

Da tempo è stato provato …

Sclerosi multipla: se scarseggia…

Identificato un mecca…

Scienziati scoprono un gene che …

[caption id="attachment_3…

CCSVI: "cura Zamboni" contro la …

Lione, 12 ott. (Adnkronos…

Distrofia muscolare: molecole ch…

Un gruppo di scienziati d…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumori: all’IRE una lecture su terapie a bersaglio molecolare

Aumentare l’efficacia delle terapie personalizzate e’ un obiettivo molto sentito dagli oncologi.

Sul tema terra’ la 12ma Raffaele Tecce Memorial Lecture Jeffrey A. Engelman, del Massachusetts General Hospital Cancer Center, Charleston, USA. L’evento dal titolo ”Increasing the efficacy of targeted terapies”, si svolge all’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena di Roma, mercoledi’ 13 giugno presso il Centro Congressi Bastianelli.

L’ iniziativa, giunta all’ XII edizione, e’ organizzata dalla Direzione Scientifica del regina Elena in collaborazione con la Fondazione Pezcoller, per commemorare Raffaele Tecce, ricercatore del Laboratorio di Patologia Molecolare scomparso nella primavera del 2000 in eta’ prematura.

Nel corso degli ultimi decenni la terapia delle malattie neoplastiche ha subito sostanziali cambiamenti. L’utilizzo generalizzato di chemioterapici e’ stato integrato dalla somministrazione di farmaci che agiscono su bersagli sempre piu’ specifici, nell’ambito di un approccio terapeutico comunemente noto come ”terapia a bersaglio molecolare”.

Le attivita’ svolte presso il laboratorio coordinato da Engelman mirano ad accrescere ulteriormente l’efficacia delle strategie terapeutiche per il trattamento delle patologie neoplastiche, con particolare riguardo al cancro del polmone.

Il gruppo da lui coordinato effettua ricerche tese ad approfondire i meccanismi biologici che regolano la sensibilita’ o la resistenza dei tumori nei confronti della terapia a bersaglio molecolare. Di particolare interesse e’ la regolazione della via metabolica di un enzima che svolge un ruolo chiave nella crescita, differenziamento e sopravvivenza di numerosi tumori di derivazione epiteliale (fosfatidilinositolo-3-chinasi_PI3K).

La PI3K e’ uno dei bersagli di maggior interesse per la terapia molecolare. Migliorare la conoscenza delle caratteristiche del bersaglio consentira’ la realizzazione di terapie dotate di sempre maggiore efficacia e minore tossicita’, nell’ottica ormai concreta di una medicina personalizzata al servizio del paziente oncologico.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi