La presenza di geni specifici de…

[caption id="attachme…

Ragadi anali: un disturbo doloro…

[caption id="attachment_5…

Un nuovo approccio nella cura de…

[caption id="attachme…

Test AIDS: scienziati del CER ne…

Due ricercatori finanziat…

Violenza femminile: vittima oltr…

Presentanti in una confer…

Ipoglicemia notturna, motivo di …

E' l'ipoglicemia, ovvero …

Tumore al pancreas: una proteina…

Identificata una nuova pr…

Proteina anti-fame per curare l'…

Trovata un nuova via per …

Riaprono le scuole: allarme sull…

30% i bambini in sovrappe…

Collagenasi di Clostridium histo…

È stata autorizzata anche…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

I tagli indiscriminati sono l’opposto della spending review

Roma, 5 luglio 2012 – “E’ difficile rintracciare nei provvedimenti sulla spesa sanitaria, e farmaceutica in particolare, elementi di novità rispetto al passato: si continua nella logica dei tagli secchi senza intervenire nei meccanismi che alimentano la crescita di alcuni capitoli di spesa”, dice Andrea Mandelli, presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani in merito alle anticipazioni sulle misure che la spending review del Governo riserva alla spesa sanitaria.


“Nel caso della spesa farmaceutica territoriale assistiamo anno dopo anno a una costante riduzione del  tetto o dei margini o di entrambi. Eppure è uno dei capitoli di spesa che ha sempre rispettato i livelli programmati, grazie alla trasparenza, al controllo e alla razionalità della filiera. Invece di usare l’assistenza farmaceutic a territoriale come un bancomat, sarebbe più produttivo applicarne i meccanismi all’acquisto di beni e servizi, che ha un margine di miglioramento”, esemplifica Mandelli. ”Continuare invece nella politica dei tagli che obbediscono a criteri meramente contabili, senza badare a come si spende e perché,  può solo condurre alla scomparsa del comparto farmaceutico italiano: aziende del  brand e del generico, distribuzione intermedia e farmacie”

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi