L'ipotesi sull'origine genetica …

[caption id="attachment_9…

Approvato negli USA un nuovo far…

La Food and Drug Administ…

Metastasi ossee: l'inibizione di…

Ricercatori francesi hann…

Cervello: una sostanza chimica p…

Una sostanza chimica trov…

Il Governo Monti dice 'no' ai ri…

Roma, 21 dicembre 2012. R…

Anoressia: italiani spiegano per…

Meno materia grigia nell…

Progetto Salute e qualità della …

L’Università di Milano-Bi…

Il metodo della riabilitazione p…

L’innovativo approccio ri…

Tumori: inizio lavori congresso …

Oltre sei milioni di doll…

Inibitori gamma secretasi - usat…

[caption id="attachment_1…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Anti infiammatori FANS a rischio insufficienza renale nei bambini. Dubbio in un nuovo studio

Un nuovo studio in via di pubblicazione sul Journal of Pediatrics riporta i risultati di un’indagine svolta sui bambini ricoverati in ospedale, nell’arco temporale di 11 anni e mezzo, a cui e’ stata diagnosticata insufficienza renale causata dai FANS, i farmaci anti-infiammatori non steroidei, come l’ibuprofene e il naprossene, comunamente utilizzati per il trattamento del dolore e della febbre nei bambini.fans_non Jason Misurac e i suoi collaboratori della Indiana University School of Medicine e della Butler University hanno svolto un’analisi retrospettiva dei pazienti ricoverati al Riley Hospital for Children at IU Health, a cui fosse stata diagnosticata un’insufficienza renale. Dei 1015 pazienti considerati, 27 presentavano la patologia in associazione all’assunzione di FANS. Dei 27 pazienti affetti, il 78% aveva utilizzato FANS per meno di 7 giorni ed il 75% ne aveva assunto un dosaggio corretto. Nel 67% dei casi, la famiglia ha riferito che il bambino mostrava segni di disidratazione. Gran parte dei pazienti era teenager. Inoltre, i bambini al di sotto dei 5 anni di eta’ sono risultati i piu’ colpiti, presentando piu’ spesso la necessita’ di essere sottoposti a dialisi.


Gli scienziati ipotizzano che tale frequenza sia dovuta ad una loro maggiore predisposizione agli effetti tossici dei medicinali FANS. Nessuno dei pazienti e’ deceduto, ne’ ha sviluppato condizioni gravi permanenti, ma il 30% di essi ha mostrato il persistere di lievi danni renali cronici. I costi delle cure associate all’insufficienza renale dovuta all’uso di FANS sono significativi, soprattutto considerato che si tratta di una condizione evitabile. In aggiunta a tali costi, occorre tenere conto di quello delle cure di lungo termine, dato che gli studi hanno mostrato che questi pazienti hanno sviluppato una maggiore predisposizione a malattie renali croniche.

”Questo studio sottolinea l’importanza di comprendere la storia delle insufficienze renali associate ai farmaci FANS, incluso il potenziale sviluppo di malattie croniche dei reni – sottolinea Misurac – i distributori dovrebbero continuare a fornire un’accurata preparazione ai pazienti e ai bambini”.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x