Report sulla sigaretta elettroni…

Agenzia Nazionale per la …

Le mandorle e il loro benefico r…

[caption id="attachment_8…

Un nuovo stent a rilascio di far…

Al 7° Summit internaziona…

Lotta al dolore e spending revie…

Il 29 e 30 Giugno, torna …

Eccellenza “targata” al reparto …

Una targa prestigiosa -ch…

A OLBIA L’OPEN DAY “LA SALUTE DE…

Il 26 novembre screening …

Biosentinella salva-cuore, per e…

È il biomarker copeptina.…

AIDS: da medicinali generici la …

L'uso di medicinali gene…

Cancro al seno e obesita': scope…

Un comune "mantra" che ci…

Donne italiane dopo la menopausa…

Workshop Incontinenza U…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Fumo, sfatato un mito: smettere riduce l’ansia

Smettere di fumare riduce l’ansia. Il contrordine sulle capacità ‘calmanti’ delle bionde arriva da uno studio firmato dai ricercatori delle università di Cambridge e Oxford e del King’s College di Londra pubblicato sulla rivista ‘British Journal of Psychiatry’. fumoSecondo gli scienziati i tabagisti che smettono con successo di fumare “si sentono meno ansiosi, nonostante la convinzione generalizzata che il fumo possa ridurre lo stress”.
Lo studio ‘sfata-tabù’ ha preso in esame circa 500 fumatori che frequentano le strutture del National Health Service per cercare di eliminare la dipendenza dal tabacco.


I ricercatori hanno dimostrato un abbassamento significativo dei livelli di ansia tra 68 partecipanti che avevano detto addio alle ‘bionde’ da sei mesi.
L’effetto calmante è stato maggiore tra chi aveva disturbi dell’umore ed era più ansioso rispetto ai partecipanti che fumavano per puro piacere. Lo studio ha inoltre evidenziato che gli ex fumatori hanno spesso sottolineato “una rimozione dei ripetuti episodi di ansia” e di conseguenza si sono sentiti “meno stressati una volta spenta definitivamente la sigaretta”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi