Colesterolo alto: pronto macchin…

Alcuni pazienti sono gene…

“Storie di vita negli anni d’arg…

Una ricerca condotta da F…

DAPHNE LAB, biomedica italiana a…

Già presente in Italia co…

Pediatria - Estate e bambini: us…

Roma, 26 luglio 2012 – L’…

Da invertebrati a vertebrati: co…

In una specie di emicorda…

Gene invecchiamento legato all'i…

Un gene che aiuta a c…

Big Pharma, il cento per cento d…

I settori principali sono…

Tumori del colon: 234 sono i gen…

I geni coinvolti nello sv…

Asma: gli ftalati sono una causa…

Due comuni ftalati utiliz…

Talassemia: il deferiprone si ri…

[caption id="attachment_9…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Fumo, sfatato un mito: smettere riduce l’ansia

Smettere di fumare riduce l’ansia. Il contrordine sulle capacità ‘calmanti’ delle bionde arriva da uno studio firmato dai ricercatori delle università di Cambridge e Oxford e del King’s College di Londra pubblicato sulla rivista ‘British Journal of Psychiatry’. fumoSecondo gli scienziati i tabagisti che smettono con successo di fumare “si sentono meno ansiosi, nonostante la convinzione generalizzata che il fumo possa ridurre lo stress”.
Lo studio ‘sfata-tabù’ ha preso in esame circa 500 fumatori che frequentano le strutture del National Health Service per cercare di eliminare la dipendenza dal tabacco.


I ricercatori hanno dimostrato un abbassamento significativo dei livelli di ansia tra 68 partecipanti che avevano detto addio alle ‘bionde’ da sei mesi.
L’effetto calmante è stato maggiore tra chi aveva disturbi dell’umore ed era più ansioso rispetto ai partecipanti che fumavano per puro piacere. Lo studio ha inoltre evidenziato che gli ex fumatori hanno spesso sottolineato “una rimozione dei ripetuti episodi di ansia” e di conseguenza si sono sentiti “meno stressati una volta spenta definitivamente la sigaretta”.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x