L'equilibrio delicato della flor…

Un enzima utilizzato dall…

Anemia: OK agli integratori di f…

Gli integratori di ferro …

Arriva il contraccettivo dei cin…

[caption id="attachment_8…

Congresso SIN: annunciato il vin…

Roma, 14 ottobre 2014 – L…

Anticonvulsivanti: troppo sospet…

[caption id="attachment_7…

Dai telomeri la risposta alla ca…

[caption id="attachment_7…

Cancro al pancreas: specifici ba…

I pazienti con cancro al …

Intestino generato in provetta d…

[caption id="attachment_1…

Diabete: creato un cerotto medic…

Messo a punto un cerotto …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Asma, in una variante genetica, un rischio maggiore

Il 90 per cento dei bambini con due copie di una comune variazione genetica potrebbero sviluppare asma gia’ a partire dai 6 anni di eta’. Lo studio della University of Chicago e’ stato pubblicato sulla rivista New England Journal of Medicine.cromosoma_17 Gli scienziati hanno scoperto che bambini con questa mutazione genetica avevano una probabilita’ quattro volte piu’ alta di sviluppare la patologia. Gli effetti scatenanti, inoltre, sarebbero frutto di una interazione fra la variante genetica e l’insorgere del comune raffreddore. Il marker genetico studiato e’ una variazione piuttosto comune su una regione del cromosoma 17, chiamata 17q21. La meta’ dei bambini coinvolti nello studio ne possedeva una copia e il 25 per cento ne aveva 2. La combinazione del rischio genetico e della risposta infettiva al comune raffreddore causato da rinovirus in bambini con meno i 3 anni di eta’, era associata allo sviluppo di asma entro i sei anni.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!