Gli oncologi si pronunciano circ…

Mirtilli e melanzane anti…

Cancro: individuati due nuovi ge…

Scoperti da un'equip…

Talassemia: curata in un giovane…

[caption id="attachment_9…

Fibrina e cicatrizzazione

Nel corso della ri…

Melanoma: oltre i 10.000 i nuovi…

E' il terzo tumore piu' f…

Alzheimer: farmaco contro l'asma…

Un farmaco normalmente u…

Vista e udito non sempre sono si…

Le persone apparentem…

Prostata: per prevenzione e inut…

[caption id="attachment_9…

Lo studio di fase II “senza inte…

Lo studio condotto da …

Sodio e vita sedentaria: ecco i …

Negli anziani di età comp…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Autismo: propranololo in grado di migliorare risposta di linguaggio e capacità mnemoniche


Le persone con un disturbi dello spettro autistico (ASD) hanno spesso difficolta’ a comunicare e interagire con gli altri, perche’ elaborano il linguaggio, le espressioni facciali e spunti sociali in modo diverso. In passato, gli scienziati hanno scoperto che il propranololo, un farmaco comunemente usato per trattare pressione alta, ansia e panico, potrebbe migliorare le abilita’ linguistiche e il funzionamento sociale delle persone con Asd.autismo_530 Ora, uno studio della Universita’ del Missouri scopre che questo farmaco potrebbe anche contribuire a migliorare le capacita’ della cosiddetta memoria di lavoro delle persone con autismo. La memoria di lavoro rappresenta la capacita’ di un individuo di di trattenere e manipolare una piccole quantita’ di informazioni per un breve periodo, e permette alle persone di ricordare cose come le direzioni, di completare puzzle e di seguire le conversazioni. La ricerca e’ stata pubblicata sul Journal of the International Neuropsychological Society.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: