Dal liquido amniotico prelevare …

[caption id="attachme…

IMATINIB EFFICACE CONTRO LEUCEM…

[caption id="attachme…

Assogenerici: Poche e semplici n…

I produttori di equivalen…

Post-interventi coronarici a ris…

Grandi sanguinamenti ch…

Alzheimer: la caffeina è in grad…

[caption id="attachment_1…

neurochirurgia spinale percutane…

E' ora possibile ripara…

Fibrosi cistica: malattia geneti…

La lotta alla fibrosi cis…

Ebola: concreto il legame tra vi…

L'epidemia del virus Ebol…

Occhio pigro: si può correggere …

Il videogioco favoris…

Autismo: imparare a 'leggere' i …

[caption id="attachment_6…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Micosi unghie: sette milioni gli italiani a rischio, gli sportivi i più colpiti


Sette milioni e mezzo di italiani ‘bersaglio’ potenziale, soprattutto se sportivi. E il rischio è maggiore per chi ha il diabete, l’acne, l’ipertensione o l’alluce valgo. Le micosi delle unghie, tecnicamente onicomicosi, sono un problema concreto per il 16% degli italiani tra i 45 e i 60 anni e per oltre il 20% degli over 60 secondo i risultati dell’indagine epidemiologica Ono (Osservatorio nazionale sulle onicomicosi) che ha realizzato una fotografia della patologia e dei principali fattori di rischio. Il progetto ha coinvolto 25 medici, tra dermatologi e medici di medicina generale, e un totale di 8.331 pazienti.nail_mycosis
Dai dati emerge che lo sport, se non praticato con le opportune accortezze, può favorire le micosi: tra gli under 45 anni ha problemi di micosi l’8,6% di chi pratica sport contro il 5,8% di chi non lo pratica. L’onicomicosi, inoltre, coinvolge maggiormente le persone i cui familiari hanno sofferto dello stesso problema in passato (28,3% contro 12%). Questa micosi colpisce prevalentemente i piedi (83% dei casi), in particoalare il primo e il secondo dito nei piedi e il pollice nelle mani.
Tra i principali fattori di rischio il diabete (30,5% dei malati contro 12,5% della popolazione sana) ma ci sono anche: onicomicosi avuta in passato; alluce valgo; scarpe scomode: patologie vascolari; contatto con sostanze aggressive; acne; dermatite atopica; malattie cardiovascolari; ipertensione.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi