Obesità e diabete: meno rischio …

Prevenire obesità e diabe…

Tumore al pancreas: con minirobo…

Il tumore del pancreas ri…

Test prenatale del sangue, per e…

Un nuovo test di laborato…

La corsa al prezzo più basso ucc…

Per l’associazione dei pr…

Tumori al colon e farmaci biolog…

[caption id="attachment…

Fegato ottenuto da staminali rip…

Un 'fegato rudimentale', …

In sangue centenaria 400 mutazio…

Se molto si sa delle muta…

Ipertensione: tenerla sotto cont…

Mangiare regolarmente yog…

Valvola aorta impiantata senza p…

Innovativo intervento di …

Cellule staminali: approvata pri…

Per la prima volta una te…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Alzheimer: nuovo farmaco per riconnettere sinapsi perdute


Un farmaco contro l’Alzheimer si e’ mostrato in grado, almeno negli animali, di ripristinare le sinapsi perse a causa della malattia. Lo afferma uno studio del Sanford-Burnham Medical Research Institute di Orlando, in Florida, pubblicato dalla rivista Pnas.
immagine sinapsi

immagine sinapsi

Il farmaco si chiama Nitromemantina, ed e’ l’unione della memantina, una molecola attiva contro le forme lievi e moderate dell’Alzheimer approvata nel 2003, e la nitroglicerina, usata comunemente contro i dolori al petto e l’angina. Lo studio ha esaminato 37 derivati delle due molecole prima di trovare quella efficace.
“La ricerca ci ha mostrato che la memantina da sola ha un effetto limitato nel proteggere le sinapsi – spiegano gli autori – ma la nitromemantina riesce a riportare il numero delle sinapsi a quello normale entro pochi mesi, almeno nei topi malati di Alzheimer”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: