Batteri presenti anche nelle uri…

Scoperta la presenza di …

Vista: stampate per la prima vol…

Un gruppo di ricercatori…

Caffeina e potenziamento muscola…

La caffeina aiuta i musco…

Scarsi livelli di vitamina B1 e …

Gli scienziati avvertono …

Si chiama ReWalk, il robot che f…

Si chiama ReWalk, circond…

Cancro: farmaco unico contro tut…

Nuovi esperimenti sulle t…

Perché il virus dell'influenza s…

  [caption id="attachm…

Dieta "FAST", efficace ma aument…

La popolare dieta fast (5…

Dolore: maxi-studio conferma che…

La sofferenza è 'rosa'. P…

Diete: Test saliva svela i gusti…

[caption id="attachment_3…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Anestesia totale: negli anziani aumenta rischio demenza


L’esposizione all’anestesia generale (o totale) aumenta il rischio di demenza negli anziani del trentacinque per cento, secondo una nuova ricerca presentata all’Euroanaesthesia, il congresso annuale della Societa’ Europea di Anestesiologia (ESA).

ANESTHESLa ricerca e’ stata condotta da Francois Sztark dell’Universita’ di Bordeaux ed ha dimostrato che la disfunzione cognitiva postoperatoria e’ associabile allo sviluppo di demenza nel tempo. Una correlazione dovuta ad un meccanismo patologico comune attraverso il peptide beta amiloide. “I nostri risultati – ha spiegato Sztark – hanno rilevato un aumento del rischio di insorgenza di demenza diversi anni dopo l’anestesia generale nei pazienti anziani (eta’ media settantacinque anni). Di qui emerge la necessita’ di riconoscere in tempo il pericolo di disfunzione cognitiva postoperatoria per una migliore gestione perioperatoria dei pazienti over 65”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi