Malaria: super molecola arriva c…

[caption id="attachment_8…

Epatite C: ignorata dagli italia…

Sono due milioni gli ital…

Ustekinumab: nuovi risultati di …

I benefici di ustekinumab…

Malattie dell'occhio: impianto H…

Un dispositivo grande qua…

cellule nervose: nuovi traguardi…

[caption id="attachme…

La terapia del dolore in Italia

(Fonte Istat e Relazion…

Tumore al seno: risultati ottimi…

La chemioterapia nelle do…

Tumori: tre farmaci che attivano…

La scoperta dei recetto…

Dieta ricche di fibre riduce il …

Una dieta ricca di fibre…

Pallacanestro Varese: un giorno …

Tredicesima edizione di “…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

L’osteoartrite e il legame con l’orologio circadiano dell’uomo


Esercizi e pasti regolari, uniti a periodici riscaldamenti e raffreddamenti delle giunture, potrebbero fornire sollievo a chi soffre di osteoartrite. Gli scienziati della University of Manchester hanno scoperto un legame fra l’orologio corporeo e questo disordine che potrebbe anche aiutare a spiegare come mai le persone piu’ anziane hanno una maggiore probabilita’ di sviluppare questa comune malattia delle articolazioni. osteoporosiSi tratta del primo studio che mostra che le cellule delle cartilagini hanno un orologio biologico interno che ‘accende’ e ‘spegne’ i geni che controllano il funzionamento dei tessuti. A quanto si legge sulla rivista ‘Arthritis and Rheumatism’, il ritmo di questo orologio della cartilagine potrebbe spiegare come mai chi soffre di osteoartrite sente peggiorare i sintomi in determinati momenti della giornata.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi