Rna - il vero regolatore di gen…

GIUSEPPE BIAMONTI - CNR P…

Forme di cancro particolarmente …

La teoria dell'evoluzion…

Elasticità muscolare: scoperta l…

Un team di ricercatori d…

Farmaco anticolesterolo riduce e…

Il farmaco anti-colester…

Chip terapeutici, che si dissolv…

Costruiti con componenti …

Cellule della pelle in neuroni: …

La trasformazione dei f…

La memoria delle cellule del sis…

Anche le cellule del sist…

Prima tiroide in provetta da cel…

Funziona regolarmente ed …

Mylan supporta il progetto dell'…

Milano, 18 Dicembre 2012 …

Ginocchio, non protesi ma una mo…

Importante ricerca italia…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Obesità: USA avanti con le cure, Italia indietro


“La scelta dell’Associazione dei medici americani di dichiarare l’obesità una malattia e obbligarne la diagnosi va nella direzione giusta. Dobbiamo iniziare a trattare questi pazienti, in Italia il 10% dei connazionali è obeso e il 35% è sovrappeso, come affetti da una vera patologia che va affrontata con tutti i trattamenti a disposizione, anche i farmaci. Molecole che agiscono sull’appetito, ma in Italia su questo fronte siamo ancora indietro”.obesity Ad affermarlo all’Adnkronos Salute è Federico Vignati, segretario della Società italiana dell’obesità (Sio) che commenta così la decisione dell’American Medical Association (Ama) che per la prima volta ha dichiarato l’obesità una malattia.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x