Perchè i cianobatteri sono la sa…

I cianobatteri che vivono…

Dopo l'infarto: la mancata riabi…

[caption id="attachment_1…

Olio extravergine di oliva: alle…

[caption id="attachment_7…

Farmaci: nuovo metodo per crearn…

Un gruppo di scienziati …

Contro il cancro nanodischi magn…

[caption id="attachme…

Nuovi dati su linagliptin in mon…

I risultati degli studi s…

Asma: anche in Italia inizio tes…

Sono iniziati anche in Eu…

Vitiligine: novità terapeutiche …

Nessuna cura, tante cure.…

I calcoli renali aumentano il ri…

Lo ha dimostrato uno stud…

Le troppe calorie dopo i 70 anni…

Superata questa età, un m…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Sclerosi multipla: se scarseggia il gene predittore


Identificato un meccanismo genetico che potrebbe essere la causa per cui alcuni pazienti affetti da sclerosi multipla entrano con maggiore rapidita’ rispetto ad altri nelle fasi piu’ debilitanti della malattia.multiple-sclerosis-2
La scoperta potrebbe portare allo sviluppo di un test per aiutare i medici a creare trattamenti su misura per le persone ammalate di sclerosi. Un team di ricercatori coordinati da Sergio Baranzini dell’Universita’ della California ha scoperto che l’assenza del gene Tob1 nelle cellule T CD4+, tipologia di cellule immunitarie, e’ una caratteristica cruciale nell’insorgenza precoce dei sintomi gravi della patologia. La creazione di un test per il rilevamento del gene potrebbe permettere di predire il decorso della sclerosi multipla nei singoli pazienti.

Lo studio e’ stato pubblicato sul Journal of Experimental Medicine. Dagli esperimenti e’ emerso che i topi carenti del gene Tob1 affetti da sclerosi multipla sviluppano con estrema rapidita’ la forma piu’ debilitante e aggressiva della malattia.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x