Mimetismo: gli scienziati fanno …

Un team europeo di ricerc…

Il gruppo sanguigno "A" più espo…

La suscettibilita' alle i…

La resurrezione di ancestrali re…

Normalmente, i retrovirus…

Mele, FIMP: si al dibattito di a…

I pediatri di famiglia in…

L'Ospedale Pisano: miglior centr…

La sezione Piede diabetic…

Rosacea: riguarda un adulto su d…

Dai reali d'Inghilterra c…

Custirsen per la cura del tumore…

Teva Pharmaceutical Indus…

Cervello: individuate le aree ch…

Lo studio dell'Univer…

Carboidrati: controllare l'indic…

Ridurre il consumo di…

Emofilia: arriva una nuova prote…

Grazie a procedure biotec…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cannabis: nessuna incidenza sulla progressione della malattia il suo utilizzo


La cannabis non ha alcun effetto sulla progressione della sclerosi multipla, secondo un nuovo studio clinico pubblicato su ‘Lancet Neurology’. L’indagine ha studiato i potenziali effetti di rallentamento sul decorso della sclerosi multipla progressiva del principale componente attivo della cannabis, il tetraidrocannabinolo.   I risultati rivelano che non esistono prove che suggeriscano associazioni positive tra il ricorso alla cannabis e la decelerazione della sclerosi. Lo studio, chiamato CUPID (Cannabinoid Use in Progressive Inflammatory brain Disease) e’ stato promosso dai ricercatori della Plymouth University e ha coinvolto circa cinquecento persone affette da sclerosi multipla da ventisette centri del Regno Unito, monitorate per un periodo di otto anni.

Il solo impatto positivo della cannabis sulla sclerosi multipla e’ stato rilevato tra i partecipanti classificati al livello piu’ basso di disabilita’ al momento dell’iscrizione alle sperimentazioni. Ma si tratta – avvertono i ricercatori – di risultati che riguardano un piccolo gruppo di persone e che quindi necessitano di ulteriori approfondimenti per valutarne la veridicita’.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x