La Procura di Torino indaga la S…

Somministrazione di farma…

Geriatria: negli USA gli america…

Gli anziani americani di…

Depressione: una proteina potreb…

Gli scienziati hanno…

Ogni cervello ha un network, ogn…

Per evitare ingorghi e st…

Vista: stampate per la prima vol…

Un gruppo di ricercatori…

Malattie muscolo-scheletriche pe…

Le patologie di natura mu…

La carie, un problema di sanità …

Milano, 29 settembre 2014…

Percezione del corpo e memoria: …

Un nuovo studio del Karo…

Piorrea: studi e scoperte verso …

La struttura e il meccani…

Baci e benefici: meno calorie, m…

Non si tratta di legg…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Malaria: vaccino con parassiti “storditi” offre sorprendenti speranze


Molti vaccini contro la malaria falliscono perche’ non riescono a colpire gli antigeni altamente variabili del parassita che causa la patologia.
Basandosi sulla constatazione che infezioni a bassa densita’ possono innescare l’immunita’ a differenti ceppi di malaria, Michael Good della Griffith University in Australia ha creato un nuovo vaccino utilizzando parassiti della malattia geneticamente “attenuati” con un agente chimico che impedisce agli stessi di moltiplicarsi. Dai risultati dello studio e’ emerso che la strategia potrebbe funzionare. I topi inoculati con una singola specie di parassita attenuato hanno, infatti, sviluppato immunita’ a piu’ specie di malaria per un periodo di oltre cento giorni. Dati che suggeriscono che la vaccinazione con parassiti chimicamente attenuati potrebbe fornire una valida immunita’ protettiva e una importante copertura contro la patologia che colpisce circa seicentomila persone ogni anno.

La ricerca “Cross-species malaria immunity induced by chemically attenuated parasites” e’ stata pubblicata sul Journal of Clinical Investigation.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!