Gilead annuncia le percentuali d…

SVR12 nel 96% dei pazient…

Neuroni da cellule del fegato co…

CELLULE del fegato trasfo…

Test Aids per tutti negli USA, d…

Dai 15 ai 65 anni d'età, …

Allarme superbatteri: l'India re…

[caption id="attachment_8…

All’Azienda Ospedaliera Guido Sa…

Con il progetto formativo…

TEVA ITALIA si mette in gioco pe…

L’azienda farmaceutica or…

Infertilità femminile e il legam…

Scoperto per la prima vol…

Linee guida per la ricerca farma…

[caption id="attachment_8…

I Nobel per la medicina o la fis…

[caption id="attachm…

Eliminare il Morbillo endemico e…

Eliminare il Morbillo end…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Uccidere, affamandole, le cellule cancerose: nuovo metodo in studio


Un gruppo di studiosi della University of Southampton ha scoperto un nuovo modo di uccidere ‘per fame’ le cellule tumorali. Il sistema, descritto sulla rivista Cell, andrebbe inoltre a colpire unicamente le cellule tumorali, lasciando illese quelle sane, a differenza delle attuali terapie tradizionali come la radioterapie.     “Le cellule tumorali crescono e si dividono molto piu’ rapidamente di quelle normali, il che significa che hanno una maggiore domanda di nutrienti e ossigeno e sono spesso affamate. Abbiamo scoperto che un componente cellulare, chiamato eEF2K, gioca un ruolo critico nel permettere alle cellule cancerose di sopravvivere a questi ‘digiuni’, mentre le cellule sane di solito non ricorrono all’eEF2K per sopravvivere. Dunque, bloccando le funzioni dell’eEF2K, dovremmo essere capaci di uccidere le cellule cancerose senza danneggiare quelle sane e normali nel processo”, ha spiegato Chris Proud, fra gli autori della ricerca.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi