Diabete: varianti genetiche inci…

[caption id="attachme…

Melatonina, l'Italia si allinea …

Primo prodotto a base di …

La nuova mappa cerebrale e il co…

È online il secondo blocc…

Vacanze a prova di incontinenza

Consigli pratici degli es…

Dal dolore alla cura: una questi…

Sabato 12 novembre Conveg…

Pressione alta: arriva la cura d…

Scienziati mettono a punt…

Scoperti i geni che vanificano g…

[caption id="attachment_5…

Contraccezione “in pillole” per …

Falsi miti e benefici del…

Distrofia Muscolare: riunione a …

I massimi esperti sulla …

HIV: bastera' amplificare arma s…

[caption id="attachment_1…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Alzheimer: l’allattamento al seno contribuisce a ridurre il pericolo di contrarlo


L’allattamento al seno puo’ ridurre il pericolo di Alzheimer. Un nuovo studio suggerisce che le madri che allattano corrono un rischio minore di sviluppare il morbo: a lunghi periodi di allattamento al seno corrispondono riduzioni ulteriori del rischio. alzheimerLa ricerca, appena pubblicata sul ‘Journal of Alzheimer’, ritiene che l’associazione possa avere a che fare con alcuni effetti biologici dell’allattamento al seno, come il ripristino della tolleranza all’insulina notevolmente ridotta durante la gravidanza. Fattore importante per il morbo caratterizzato da resistenza all’insulina nel cervello. La correlazione e’ risultata molto meno pronunciata nelle donne che avevano gia’ una storia di demenza in famiglia. Gli esiti dello studio, condotto da Molly Fox dell’Universita’ di Cambridge, appaiono particolarmente interessanti soprattutto in quei contesti in cui sono disperatamente necessarie strategie preventive “a buon mercato” contro il morbo, come nel caso dei paesi in via di sviluppo.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x