Innovativo intervento di vertebr…

TERMOLI (CAMPOBASSO), 18 …

Poche gocce di sangue materno pe…

Arriva in Italia il Genet…

Dimostrato un 'comune denominato…

LA SOCIETA’ ITALIANA DI N…

La cattiva alimentazione tra le …

Aumentano in Italia i cas…

Nintedanib* ottiene il parere po…

I trial di Fase III …

Aspirina e tachipirina: i più ve…

Tachipirina e aspirina gu…

ALZHEIMER, UN NUOVO TEST LO INDI…

[caption id="attachment_1…

Le fragole e l'effetto protettiv…

Un team paneuropeo di ric…

Tecniche imaging per predire la …

Tecniche di imaging avanz…

Alzheimer: scoperta fonte e perc…

Scienziati della Columbia…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Alzheimer: l’allattamento al seno contribuisce a ridurre il pericolo di contrarlo


L’allattamento al seno puo’ ridurre il pericolo di Alzheimer. Un nuovo studio suggerisce che le madri che allattano corrono un rischio minore di sviluppare il morbo: a lunghi periodi di allattamento al seno corrispondono riduzioni ulteriori del rischio. alzheimerLa ricerca, appena pubblicata sul ‘Journal of Alzheimer’, ritiene che l’associazione possa avere a che fare con alcuni effetti biologici dell’allattamento al seno, come il ripristino della tolleranza all’insulina notevolmente ridotta durante la gravidanza. Fattore importante per il morbo caratterizzato da resistenza all’insulina nel cervello. La correlazione e’ risultata molto meno pronunciata nelle donne che avevano gia’ una storia di demenza in famiglia. Gli esiti dello studio, condotto da Molly Fox dell’Universita’ di Cambridge, appaiono particolarmente interessanti soprattutto in quei contesti in cui sono disperatamente necessarie strategie preventive “a buon mercato” contro il morbo, come nel caso dei paesi in via di sviluppo.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x