Spiegata correlazione tra emicra…

[caption id="attachment_5…

Un software per liberare i ricer…

Scienziati finanziati dal…

Ketamina: molecola con poteri a…

[caption id="attachment_8…

Neuroni specializzati nella dist…

Alcune ricerche condotte…

Tumori: il DNA con l'età perde l…

Con l'invecchiamento il D…

Nanoparticelle magnetiche 'frigg…

'Friggere' le cellule tum…

Genova, convegno internazionale …

[caption id="attachme…

Trapianto di polmone da donatore…

Al Policlinico di Milano …

AIDS: la FDA approva la prima pi…

La Food and Drug Administ…

Alzheimer: scala le classifiche …

Fino a oggi l’Alzheimer s…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cancro alla prostata: scoperta una mutazione genetica


La mutazione di un gene che incide sul sistema immunitario potrebbe aumentare la suscettibilita’ al cancro alla prostata. La ricerca del Fred Hutchinson Cancer Research Center e’ stata pubblicata sulla rivista Cancer Epidemiology, Biomarkers & Prevention.prostateGli scienziati hanno scoperto che alcune mutazioni nel gene BTNL2 che codifica per una proteina coinvolta nella regolazione della proliferazione delle cellule T e della produzione delle citochine, aumenta il rischio di sviluppare cancro alla prostata. Si stima che circa il 42 per cento dei casi di cancro alla prostata siano dovuti a cause ereditarie o a variazioni genetiche presenti alla nascita.

I ricercatori hanno studiato pazienti con cancro alla prostata provenienti da famiglie con pattern di cancro alla prostata ereditario. Il team ha scoperto che una delle varianti associate a una mutazione del gene BTNL2 aumentava da 2,5 a 2,7 volte il rischio di sviluppare cancro alla prostata.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!