Da cellule della pelle ottenute …

Combattere il cancro attr…

#Marijuana: poche evidenze posit…

Nonostante l'uso terapeut…

Al contrario delle ovaie l'utero…

(ADUC) - Per garantirsi u…

Sangue artificiale: tecnica che …

Prodotto in laboratorio i…

Ipertensione: la denervazione re…

''Promettenti e incoraggi…

I ritmi circadiani regolati da u…

La proteina Atassina-…

Alcol e malessere del giorno dop…

Molte bevande alcoliche c…

Le patate riducono la pressione:…

Le patate, da sempre cons…

LA BARCACCIA SI COLORA DI VIOLA …

Giornata Mondiale Epiless…

Se la celiachia fosse generata d…

Avere a che fare con dive…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Fumo: si ingrassa dopo aver smesso perché la flora intestinale subisce un ricambio


La maggior parte degli ex-fumatori mette su un paio di chili dopo aver smesso con la sigaretta non per maggiore assunzione di calorie ma per un cambiamento nella composizione della flora intestinale. A dirlo, uno studio supportato dalla Swiss National Science Foundation e pubblicato su PLoS ONE da parte dello Zurich University Hospital.smoking_brain Gli scienziati hanno esaminato il materiale genetico dei batteri intestinali presenti nei campioni di feci di una ventina di persone diverse per un periodo di nove settimane: cinque non fumatori, cinque fumatori e dieci persone che avevano smesso di fumare una settimana dopo l’ inizio dello studio. Mentre la diversita’ batterica nelle feci dei fumatori e non fumatori era cambiata solo poco nel tempo, smettere di fumare aveva portato il piu’ grande cambiamento nella composizione microbica dell’intestino. Le frazioni Proteobacteria e Bacteroidetes erano aumentate a scapito dei rappresentanti dei Firmicutes e degli Actinobacteria. Allo stesso tempo, i soggetti che avevano smesso di fumare avevano guadagnato una media di 2,2 chili di peso, anche se la loro alimentazione era rimasta la stessa.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi