Allarme fumo passivo: grossa per…

Piu' della meta' dei bamb…

La mano bionica, la Malattia di …

45° CONGRESSO DELLA SOC…

I telomeri: le nostre clessidre …

I telomeri sono le nostre…

Confermata efficienza classe far…

[caption id="attachme…

Neurologia e cardiologia: si tro…

Gli importanti passi av…

Cancro al colon: la prevenzione …

I risultati dello studio …

Una pillola che ci convincerà ch…

Scoperta americana. Il co…

Dal CRA di Foggia una nuova past…

Una pasta di frumento che…

Neuroprotesi: controllare gli ar…

Le interfacce cervello-ma…

COMUNICAZIONE DIGITALE: ECCO LE…

Consegnati gli AboutPha…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Digossina e decessi: uno strano legame

La digossina, farmaco comunemente usato per il trattamento dei disturbi cardiaci, e’ risultata associata a un rischio maggiore di morte nei pazienti affetti da insufficienza cardiaca.


La scoperta e’ di un nuovo studio del Kaiser Permanente pubblicato sulla rivista Circulation: Cardiovascular Quality and Outcomes. La digossina e’ un farmaco derivato dalla digitale purpurea (Digitalis purpurea), pianta usata per piu’ di duecento anni per il trattamento dell’insufficienza cardiaca.digossina “Questi risultati suggeriscono che l’uso di digossina dovrebbe essere rivalutato per il trattamento dello scompenso cardiaco sistolico nella pratica clinica contemporanea”, ha detto Alan S. Go, autore senior della ricerca condotta su 2.891 adulti con diagnosi di insufficienza cardiaca sistolica. Dai dati e’ emerso che la digossina e’ associata al rischio di morte del 72 per cento piu’ elevato tra gli individui con insufficienza cardiaca sistolica .

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi