Per 20 Anni paralizzato, Grazie …

[caption id="attachment_1…

RIVAROXABAN: anticoagulante effi…

[caption id="attachment_1…

Retina: ripararla grazie a stami…

La ricerca apre la strada…

HIV: il latte materno blocchereb…

Una ricerca sugli animali…

Tagliare il Fondo sanitario è un…

Roma, 29 gennaio 2015 - “…

Obesità: non è un disturbo legat…

L’alimentazione non sareb…

Doppel: la proteina dai due volt…

[caption id="attachment_1…

Parkinson: stimolazione cerebral…

Grazie ad una consolidata…

Asma e BPCO: il "puf" è necessar…

Ha appena ricevuto la pro…

Scleroderma: nuovi criteri di cl…

Per la prima volta dal 19…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Digossina e decessi: uno strano legame

La digossina, farmaco comunemente usato per il trattamento dei disturbi cardiaci, e’ risultata associata a un rischio maggiore di morte nei pazienti affetti da insufficienza cardiaca.


La scoperta e’ di un nuovo studio del Kaiser Permanente pubblicato sulla rivista Circulation: Cardiovascular Quality and Outcomes. La digossina e’ un farmaco derivato dalla digitale purpurea (Digitalis purpurea), pianta usata per piu’ di duecento anni per il trattamento dell’insufficienza cardiaca.digossina “Questi risultati suggeriscono che l’uso di digossina dovrebbe essere rivalutato per il trattamento dello scompenso cardiaco sistolico nella pratica clinica contemporanea”, ha detto Alan S. Go, autore senior della ricerca condotta su 2.891 adulti con diagnosi di insufficienza cardiaca sistolica. Dai dati e’ emerso che la digossina e’ associata al rischio di morte del 72 per cento piu’ elevato tra gli individui con insufficienza cardiaca sistolica .

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi