Fecondazione: da staminali embri…

Ricercatori dello Shangha…

Nuove scoperte su una molecola c…

[caption id="attachment_8…

La sanità migliora puntando sull…

"Per innalzare la qualità…

Vendita di farmaci etici on line…

Il Senatore del PDL Andre…

Sindrome da deficit d'attenzione…

Dietro la Adhd, la sindro…

Beta-amiloide associata alla rig…

I depositi di beta amilo…

Giornata mondiale della BPCO 16 …

Milano, 9 novembre 2016 –…

Scoperto un nuovo virus simile a…

Scoperto un nuovo virus s…

Fumo: si ingrassa dopo aver smes…

La maggior parte degl…

Ecocardiografia 3D riduce rischi…

[caption id="attachment_3…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Sindrome di down: colina in gravidanza e allattamento diventano sollievo per le funzioni cerebrali del bebè

Nel caso di feti e bambini con la sindrome di Down l’assunzione da parte delle mamme in gravidanza e allattamento di supplementi di colina potrebbe aumentare le funzioni cerebrali dei piccoli.


Lo suggerisce uno studio su topi geneticamente modificati della Cornell university pubblicato dalla rivista ‘Neurobiology of Disease’. trisomiaI ricercatori hanno studiato i piccoli di topo che avevano la sindrome di Down, sottoponendoli a un test in un labirinto nell’acqua, scoprendo che quelli le cui mamme avevano assunto il supplemento di colina, una sostanza presente soprattutto in uova, carne e in molti vegetali come i broccoli e i cavolfiori, avevano risultati migliori.

“In gravidanza il fabbisogno di colina aumenta drammaticamente – spiegano gli autori – i livelli maggiori favoriscono la neurogenesi, la formazione di neuroni, nell’ippocampo, l’area del cervello fondamentale per la memoria e la cognizione spaziale”.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x