Labbra perfette con laser e lipo…

Un 'mix' tecnologico in g…

Fratture ossee: nuova terapia di…

Ricercatori finanziati da…

Ipertensione: già in età pediatr…

Un test delle urine del b…

Ingegneria dei tessuti: vene bio…

Scienziati americani hann…

Biotecnologie ed Innovazione in …

Incontro a Milano tra esp…

Resistenza agli antibiotici: una…

In ogni tipo di ambiente …

Cancro dello stomaco: un'aspirin…

Assumere aspirina ogni gi…

Aumentano i casi di TBC farmacor…

Trovato un allarmante num…

Creati neuroni OGM che si illumi…

Londra - Creati neuroni g…

Tre geni predispongono al suicid…

[caption id="attachment_…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cancro ovarico: allo studio nanotecnologie per colpirlo e debellarlo

Un innovativo trattamento per il cancro alle ovaie si e’ rivelato estremamente promettente.


Il sistema, creato da un team di ricercatori della Florida International University, costituisce un nuovo modo per permettere ai farmaci di raggiungere direttamente il cancro, uccidendolo, puntando sulle nano-tecnologie.   Attraverso questo metodo, gli studiosi sono riusciti in laboratorio a trasportare il Taxol, farmaco chemioterapico usato per trattare il cancro ovarico, su una nano-particella elettromagnetica. La nano-particella viene gestita con un campo elettrico che ha consentito al farmaco di penetrare nelle cellule tumorali e distruggere il tumore in sole ventiquattro ore, risparmiando le cellule ovariche sane.

La strategia potrebbe essere applicata anche ad altre tipologie di cancro come il tumore al seno e ai polmoni. Il progetto e’ stato descritto su ‘Scientific Reports’

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi