Anche in un carcere si tiene la …

Nel carcere di Badu ‘e Ca…

Le strategie di sopravvivenza ce…

Digiuno forzato? Le cellu…

Per combattere il tumore un aiut…

“Cibo ed emozioni: salute…

Resveratrolo contro diabete e di…

Il resveratrolo, una dell…

Obesita': sono i fattori ambient…

[caption id="attachment_1…

Italiano l'analgesico in fase sp…

[caption id="attachment_9…

Osteoartrite: ormoni sessuali pe…

[caption id="attachment_6…

I neuroni non usano solo le sina…

Gli interneuroni possono …

Lotta alle infezioni, premiata r…

La European Federation of…

Come il colesterolo cattivo si t…

Se si riuscirà a trasferi…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cancro ovarico: allo studio nanotecnologie per colpirlo e debellarlo

Un innovativo trattamento per il cancro alle ovaie si e’ rivelato estremamente promettente.


Il sistema, creato da un team di ricercatori della Florida International University, costituisce un nuovo modo per permettere ai farmaci di raggiungere direttamente il cancro, uccidendolo, puntando sulle nano-tecnologie.   Attraverso questo metodo, gli studiosi sono riusciti in laboratorio a trasportare il Taxol, farmaco chemioterapico usato per trattare il cancro ovarico, su una nano-particella elettromagnetica. La nano-particella viene gestita con un campo elettrico che ha consentito al farmaco di penetrare nelle cellule tumorali e distruggere il tumore in sole ventiquattro ore, risparmiando le cellule ovariche sane.

La strategia potrebbe essere applicata anche ad altre tipologie di cancro come il tumore al seno e ai polmoni. Il progetto e’ stato descritto su ‘Scientific Reports’

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x