Cellule staminali "incapsulate" …

Cellule staminali 'incaps…

Analisi specifica svela la vita …

[caption id="attachment_8…

Ricostruzione della mammella arr…

[caption id="attachment_4…

Osservatorio influenza:Isolati i…

10 Marzo 2015. Alla fine …

La Procura di Torino indaga la S…

Somministrazione di farma…

L’estate e le infezioni della pe…

Le patologie cutanee nei …

Fecondazione eterologa: sulla do…

“In qualità di società sc…

comunicato stampa urologia andro…

Presentata in diretta…

Tubercolosi: vaccino funziona su…

Un nuovo vaccino che comb…

La paura non è tutta "smistata" …

Per provare paura, l'amig…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cancro ovarico: allo studio nanotecnologie per colpirlo e debellarlo

Un innovativo trattamento per il cancro alle ovaie si e’ rivelato estremamente promettente.


Il sistema, creato da un team di ricercatori della Florida International University, costituisce un nuovo modo per permettere ai farmaci di raggiungere direttamente il cancro, uccidendolo, puntando sulle nano-tecnologie.   Attraverso questo metodo, gli studiosi sono riusciti in laboratorio a trasportare il Taxol, farmaco chemioterapico usato per trattare il cancro ovarico, su una nano-particella elettromagnetica. La nano-particella viene gestita con un campo elettrico che ha consentito al farmaco di penetrare nelle cellule tumorali e distruggere il tumore in sole ventiquattro ore, risparmiando le cellule ovariche sane.

La strategia potrebbe essere applicata anche ad altre tipologie di cancro come il tumore al seno e ai polmoni. Il progetto e’ stato descritto su ‘Scientific Reports’

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!