Dengue: zanzare modificate per c…

Scienziati australiani ha…

Polmonite: l'uomo più a rischio …

Basta prendere in giro gl…

La proteina a guardia dell'integ…

Una nuova ricerca ha chia…

Febbre tifoidea: ottimi risultat…

Sono positivi i risultati…

Quale influenza hanno avuto le i…

Centomila anni fa la popo…

IL RUOLO DELLA AUTOIMMUNITÀ TIRO…

Kris Poppe*, Brigitte V…

CCSVI: nasce l’Associazione Nazi…

VENERDI’ 9 APRILE 2010: L…

Scoperta la molecola della buona…

La voglia di fare, la mot…

Cellule staminali ringiovanite p…

[caption id="attachme…

Ipertensione: se il sonno è dis…

Un anziano che soffre di…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Congresso SIN: annunciato il vincitore della Seconda Edizione dell’Award 2013 per la migliore pubblicazione scientifica sulla Ricerca Clinica nella Sclerosi Multipla

merck_serono_logo2Milano, 5 novembre 2013 – E’ il Dottor Antonio Giorgio il vincitore della seconda edizione dell’Award per la migliore pubblicazione scientifica sulla ricerca clinica nella Sclerosi Multipla (SM), promosso dalla Società Italiana di Neurologia (SIN) con il contributo di Merck Serono S.p.A. L’annuncio è stato dato nel corso del XLIVCongresso Nazionale della Società Italiana di Neurologia (SIN) che si conclude oggi a Milano.

Ad aggiudicarsi il riconoscimento è stato, dunque, il Dr. Antonio Giorgio, neurologo, dottorato in Scienze Neurologiche Applicate e ricercatore presso il Dipartimento di Scienze Mediche, Chirurgiche e Neuroscienze all’Università di Siena con la pubblicazione dal titolo “Location of brain lesions predicts conversion of clinically isolated syndromes to multiple sclerosis”, pubblicata su Neurology 2013;80;234.

Obiettivo dello studio, condotto su 1.165 pazienti con Sindrome Clinicamente Isolata (CIS), è stato quello di verificare l’importanza della sede e della frequenza delle lesioni cerebrali nel predire la conversione entro un anno a sclerosi multipla.

Il verificarsi di una maggiore frequenza delle lesioni in tratti della sostanza bianca clinicamente eloquenti, può caratterizzare soggetti affetti da forme CIS con diverse tipologie d’esordio.

Il coinvolgimento di specifici tratti di sostanza bianca, in particolare quelli attraversati da fibre coinvolte nella funzione motoria e vicine al corpo calloso, sembra essere associato ad un rischio maggiore di conversione in SM clinicamente definita nel breve periodo.

 

Il bando, del valore di 10.000 euro, era rivolto a ricercatori con meno di 40 anni,  di nazionalità italiana che avessero condotto in Italia la loro ricerca, pubblicata a loro primo nome e recensita nel corso del 2012.

Il vincitore è stato selezionato da un’apposita giuria presieduta dal Prof. Giancarlo Comi, Presidente della Società Italiana di Neurologia, e composta dal Dr. Angelo Ghezzi, Coordinatore del Gruppo di Studio SIN Sclerosi Multipla, dalla Prof.ssa Maria Trojano, Presidente ECTRIMS – European Committee for Treatment and Research in Multiple Sclerosis, dal Prof. Xavier Montalban, Direttore del Multiple Sclerosis Center of Catalonia, dal Dr. Marco Rovaris, Neurologo specializzato nella riabilitazione dei pazienti con SM, e dal Dr. Andrea Paolillo, Medical Manager Neurology di Merck Serono S.p.A.

 

Il Premio è nato per riconoscere il grande contributo che la Neurologia italiana sta dando alla ricerca scientifica sulla Sclerosi Multipla. Le numerose richieste pervenute sono state valutate in base alla qualità e alla rilevanza che la pubblicazione ha avuto sull’evoluzione delle conoscenze della malattia.

 

“Merck Serono è da sempre impegnata nello sviluppo di nuove opzioni di trattamento per la Sclerosi Multipla – ha dichiarato il Dr. Antonio Messina, Presidente ed Amministratore Delegato di Merck Serono S.p.A. – ed ha sempre creduto nel valore delle partnership con il mondo accademico. Questo Award ci consente di confermare il nostro impegno a supporto dell’attività dei giovani ricercatori ed a sostegno delle persone affette da questa seria patologia neurodegenerativa”.

 

 

 

 

 

Informazioni su Merck Serono

 

Merck Serono è la divisione biofarmaceutica di Merck. Con sede centrale a Darmstadt, Germania, Merck Serono offre, in 150 Paesi, prodotti all’avanguardia in oncologia, sclerosi multipla, infertilità, disfunzioni endocrine e del metabolismo, oltre che in patologie cardiometaboliche. Negli Stati Uniti e in Canada Merck Serono opera con proprie affiliate con la denominazione EMD Serono.

 

Merck Serono ricerca, sviluppa, produce e commercializza farmaci da prescrizione di origine chimica o biotecnologica in indicazioni specialistiche. L’Azienda è fortemente impegnata nello sviluppare nuovi trattamenti nelle proprie aree terapeutiche d’elezione: neurologia, oncologia, immuno-oncologia e immunologia.

 

 

 

Informazioni su Merck

 

Merck è un gruppo leader nei settori farmaceutico, chimico e delle life sciences, con vendite per 11,2 miliardi di Euro nel 2012, una storia iniziata nel 1668 ed un futuro formato da circa 38.000 dipendenti in 66 Paesi. Il suo successo è caratterizzato dall’innovazione da parte di dipendenti imprenditori. Le attività operative di Merck sono svolte sotto il coordinamento della Merck KgaA, nella quale la famiglia Merck detiene una partecipazione del 70% ed altri azionisti il rimanente 30%. Nel 1917 la succursale negli Stati Uniti Merck & Co è stata espropriata ed è divenuta da allora in poi una società indipendente.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!