Celiachia nel bambino: conoscerl…

Milano, 15 settembre 2014…

Cellule staminali: scoperta la s…

Un nuovo studio dell'Harv…

Un utilizzo splendente dello 'zi…

[caption id="attachment_3…

Pediatria - Inaugurazione Aula D…

PATOLOGIE IN CALO E PATOL…

Premi per la ricerca SIF-AssoGen…

Roma, 15 ottobre 2014. So…

Connessioni fra neuroni: il ruol…

Se nel modello animale, d…

Cancro al polmone di tipo NSCLC:…

[caption id="attachme…

Retina artificiale: la prima bio…

Entro cinque anni chi s…

Vitamina D, la carenza può compr…

Secondo uno studio che c…

Cure palliative:cresce la richie…

Ha ampliato il numero dei…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Acido folico: importante anche per i futuri papà

L’alimentazione dei padri prima del concepimento potrebbe avere un ruolo importante quanto quella della madre nella salute della prole.


A rivelarlo, uno studio della McGill University, pubblicato sulla rivista Nature Communications. I ricercatori si sono concentrati sulla vitamina B9, l’acido folico che si trova nei vegetali a foglie verdi, nei cereali, nella frutta e nella carne, e che puo’ servire a scongiurare il rischio di aborto o di difetti di nascita. Ora, per la prima volta, nello studio si e’ dimostrato che il livello di acido folico del padre e’ importante come quello della madre nello sviluppo e nella salute del bambino.  Esperimenti condotti con i topolini hanno infatti permesso di scoprire che un deficit nei folati paterni aumentava di circa il 30 per cento i difetti alla nascita, di vario tipo, rispetto a quelli dei cuccioli con padri che avevano acido folico a livelli sufficienti.

Secondo gli scienziati, le regioni dell’epigenoma dello sperma sono molto sensibili alla dieta e esse vanno a incidere sulla cosiddetta mappa epigenomica che influenza lo sviluppo, il metabolismo e le malattie nella prole, sul lungo termine.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi