Distrofia miotonica: neutralizza…

[caption id="attachment_1…

Feto calcificato per 36 anni nel…

Un feto rimasto per 36 an…

Tumore ai polmoni: la chemio eff…

Più efficace della ta…

Boom di tumori aggressivi tra i …

L'allarme lanciato dagli …

L’Agenzia Europea per i Medicina…

Abstract  comunicato inte…

Acari micro sulla pelle del nost…

Anche se a occhio nudo no…

Le "ragioni genetiche" della pub…

L'età a cui si presenta i…

Capelli bianchi: per la ripigmen…

Un enzima usato per l…

Il grasso aiuta a guarire, usato…

Nella scienza spesso quel…

L'Italian Rolfing week, per dire…

Sedute gratuite e seminar…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Vista: stampate per la prima volta le cellule prese dall’occhio. Ottimi risultati preliminari

Un gruppo di ricercatori britannici ha usato la tecnologia di stampa a getto di inchiostro per stampare correttamente, per la prima volta, cellule prese dall’occhio.


L’esperimento, descritto su Biofabrication, potrebbe portare alla produzione di tessuti artificiali, realizzati sfruttando le varieta’ di cellule che si trovano sulla retina umana, e potrebbe essere di aiuto alla creazione di inedite strategie per la cura dei casi di cecita’. Si tratta comunque ancora di risultati preliminari che pero’ forniscono la prova che una stampante puo’ essere utilizzata con successo per stampare due tipi di cellule della retina dei topi adulti: le gangliari e le gliali. Le cellule stampate sono rimaste sane e hanno conservato la loro capacita’ di sopravvivere e crescere in coltura.

“Il nostro studio – ha spiegato Barbara Lorber dell’Universita’ di Camrbidge, tra gli autori – ha dimostrato per la prima volta che cellule derivate dal maturo sistema centrale nervoso – l’occhio – possono essere stampare utilizzando una stampante a getto di inchiostro piezoelettrica.
Il nostro scopo sara’ in futuro utilizzare questa tecnologia per le riparazioni retiniche”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi