Nascituri pretermine a rischio a…

I bambini che sono nati p…

Telethon individua terapia farma…

Il gruppo di ricerca…

Toxoplasma: le strategie biochim…

[caption id="attachment_1…

Colesterolo e infertilità: una m…

Una mutazione del gene ch…

La FDA approva il primo farmaco …

La Food and Drug Administ…

Ipertrigliceridemia: alla base u…

[caption id="attachment_8…

Mens sana in corpore senza fumo:…

Roma, 13 marzo 2014 – Sem…

Gestione del dolore, istruzioni …

 La guerra contro la soff…

Disturbi alimentari: le dimensio…

La dimensione di alc…

Ferite difficili: sostituti cuta…

Incoraggianti prospettive…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Vista: stampate per la prima volta le cellule prese dall’occhio. Ottimi risultati preliminari

Un gruppo di ricercatori britannici ha usato la tecnologia di stampa a getto di inchiostro per stampare correttamente, per la prima volta, cellule prese dall’occhio.


L’esperimento, descritto su Biofabrication, potrebbe portare alla produzione di tessuti artificiali, realizzati sfruttando le varieta’ di cellule che si trovano sulla retina umana, e potrebbe essere di aiuto alla creazione di inedite strategie per la cura dei casi di cecita’. Si tratta comunque ancora di risultati preliminari che pero’ forniscono la prova che una stampante puo’ essere utilizzata con successo per stampare due tipi di cellule della retina dei topi adulti: le gangliari e le gliali. Le cellule stampate sono rimaste sane e hanno conservato la loro capacita’ di sopravvivere e crescere in coltura.

“Il nostro studio – ha spiegato Barbara Lorber dell’Universita’ di Camrbidge, tra gli autori – ha dimostrato per la prima volta che cellule derivate dal maturo sistema centrale nervoso – l’occhio – possono essere stampare utilizzando una stampante a getto di inchiostro piezoelettrica.
Il nostro scopo sara’ in futuro utilizzare questa tecnologia per le riparazioni retiniche”.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!