Alzheimer: la vitamina B, utile …

Assumere una pillola di …

Fumo passivo: parte dalla Svizze…

Divieti di fumare più res…

Diabete nel mondo: Boehringer ed…

Boehringer Ingelheim e El…

Lotte ai tumori: la nuova onda d…

(di Umberto Veronesi) Da …

Approvato olodaterolo in monosom…

·  Studi di Fase III hann…

Malattie cardiache in età pediat…

I neonati messi al mondo …

Pubblicazione su Nature sulla ma…

Nature pubblica oggi onli…

Cellule staminali: approvata pri…

Per la prima volta una te…

Ad Agrigento un convegno per par…

I biosimilari sono farmac…

Procreazione assistita: autorizz…

[caption id="attachment_5…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Diabete: il rischio diminuisce in aree densamente popolate, perché.

Le persone che vivono in quartieri che non sono “favorevoli” al camminare hanno il 33 per cento in piu’ di probabilita’ di sviluppare diabete o obesita’.


A dirlo, un nuovo studio condotto sulla citta’ di Toronto a parte di un gruppo di ricercatori dell’Ospedale St.
Michael, e pubblicato sulla rivista PLoS One. I ricercatori, come si legge nella ricerca, hanno sottolineato che alcuni quartieri della citta’, come Bridle Path-Sunnybrook-York Mills e Edenbridge- Humber Valley, possono incoraggiare la dipendenza dalle auto, uno dei fattori di rischio piu’ significativi per diabete e obesita’. diabetesLo studio ha mostrato che le persone che vivevano in quartieri piu’ “camminabili” e densamente popolati avevano il doppio delle probabilita’ di camminare o usare la bicicletta, mentre quelle che abitavano in aree scarsamente popolate o isolate, lontane da luoghi come empori o ristoranti e negozi avevano maggiori probabilita’ di usare l’automobile.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi