Disfunzione erettile: 3 milioni …

Vive il proprio disagio c…

Il daltonismo trattato con terap…

[caption id="attachme…

Cancro: scoperti i geni nemici d…

[caption id="attachme…

Albumina nelle urine: predittiva…

[caption id="attachment_8…

Apnee notturne possono rappresen…

Fatica a respirare du…

Rilpivirina è stata approvata in…

Beerse, Belgio, 28 No…

Divisione cellulare: svelato il …

[caption id="attachment_5…

Ultrabatteri: i ceppi resistenti…

Invulnerabili a quals…

Cannabis (THC) in monoterapia no…

La cannabis non e' effica…

Integratori contenenti il DMA po…

Se contengono dimetilam…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Frutta secca: diminuisce il rischio di obesità

Chi mangia piu’ frutta secca ha un minore rischio di essere obeso, oltre che di avere altri fattori di rischio cardiovascolare.


Lo afferma uno studio della Loma Linda University in California pubblicato dalla rivista Plos One, secondo cui 16 grammi di noci, o mandorle o altri frutti al giorno sono la quantita’ “perfetta”. Per lo studio sono stati usati i dati della dieta di 803 persone, da cui e’ emerso che per quelli che consumavano piu’ frutta secca il rischio di obesita’ diminuiva tra il 37 e il 46 per cento.
Mentre l’indice di massa corporea per i maggiori consumatori era intorno a 27, per chi ne mangiava meno di 5 grammi al giorno era tra 29 e 30. Un terzo dei soggetti studiati, spiegano gli autori, aveva anche la sindrome metabolica, una condizione che puo’ preludere al diabete di tipo 2, ma per ogni 30 grammi di frutta secca mangiati in piu’ a settimana il rischio scende del 7 per cento.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!